Verde Verticale. Il Progetto Wall Up a Greenbuilding 2011

Wall up®, l’innovativa soluzione per realizzare giardini verticali sostenibili, torna a Greenbuilding 2011. Dopo essere stato protagonista alla Big 5 Exibition di Dubai, la più importante fiera del settore edilizio del Medioriente, e aver conquistato il Gaia Award per le sue qualità e performance ambientali, Wall up® ritorna alla Fiera di Verona per presentare tutte le sue soluzioni per rendere le città più belle, vivibili ed ecosostenibili.

I pregi di Wall up®, infatti, sono molteplici: abbellisce le facciate degli edifici attraverso il loro inverdimento e contribuisce al loro isolamento termico e acustico, purifica l’aria circostante, in quanto le piante del giardino verticale assorbono CO2.
Wall up® è un prodotto a chilometro zero, poiché è realizzato interamente nello stesso luogo. “Il Giardino Verticale Sostenibile Wall up® è composto da una struttura in alluminio, quindi riciclabile al 100%, che incorpora in sè dei vasi pensati per contenere le piante e smaltire in modo controllato l’acqua in esubero” spiega Marco Roveggio, ideatore del progetto. “Un serbatoio raccoglie l’acqua piovana necessaria per irrigare le piante, mentre un pannello fotovoltaico fornisce ad una pompa l’energia occorrente a riportare l’acqua in eccesso nuovamente al serbatoio. Wall up® contribuisce inoltre a migliorare le prestazioni termiche e fono-assorbenti degli edifici”.

Il Giardino Verticale Wall up® sarà esposto presso lo stand E6.3 nel padiglione 6, all’interno di “Greenbuilding”, dal 4 al 6 Maggio 2011 alla Fiera di Verona. La manifestazione sarà anche l’occasione per presentare la nuova linea PRATICO Wall up®, per portare tutti i benefici del verde verticale nella propria abitazione.
Wall up® nasce da un’idea di Marco Roveggio, architetto sensibile alle tematiche ambientali. Le diverse soluzioni Wall up® sono realizzare e commercializzate da Coar srl, azienda bresciana specializzata negli accessori per serramenti in alluminio.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico