Trasporti eccezionali: Assobeton chiede semplificazione

Il giorno 10 settembre 2010 alle ore 15:30 presso il Centro Congressi Piacenza Expo in occasione del GIS (Giornate Italiane del Sollevamento e dei Trasporti Eccezionali a Piacenza dal 9 all’11 settembre 2010), si terrà il convegno nazionale 2000-2010 – Dieci anni dalla riforma dell’art. 10 del C.D.S.: cambiamento o delusione? La politica, l’Istituzione rispondono agli operatori del settore a cura di Aite (Associazione Italiana TrasportiEccezionali). In vista dell’evento, Assobeton prende una posizione forte riguardo i trasporti eccezionali in Italia.

L’Associazione, infatti, attraverso le parole del Presidente Renzo Arletti, sostiene che “in un momento di crisi così marcata, il mondo dell’Edilizia Industrializzata in Calcestruzzo segue con grande interesse le problematiche legate al Trasporto Eccezionale, i cui costi, insieme a quelli relativi all’installazione, incidono per oltre il 15% sui nostri conti economici. Al di là degli aspetti puramente economici, sono per noi importanti quelli operativi, in particolare riferiti ai tempi ed alla burocrazia relativa al rilascio delle autorizzazioni da parte delle oltre 150 società concessionarie. E’ del tutto evidente che il rapporto tra le nostre imprese e le concessionarie deve mirare ad una piena collaborazione per far sì che i lavori nei nostri cantieri non risentano, di ritardi e lungaggini ingiustificate, con enorme impatto anche sui costi della commessa. Da questo punto di vista, Assobeton auspica, quindi, ad una sempre più stretta collaborazione con il Ministero per rendere il Trasporto Eccezionale in Italia un servizio sempre più efficiente e ad impatto sociale limitato“.

Ufficio Stampa Assobeton

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico