Tecnologia auto-rampante Doka per il progetto Torre Unifimm

La nuova sede di Unifimm Gruppo Unipol a Bologna verrà costruito con tecnologia Doka, a fronte delle esperienze maturate dall’azienda nella realizzazione degli edifici alti, in Italia e in tutto il mondo.

Nello specifico, sarà proprio la tecnologia autorampante Doka a realizzare i nuclei  della Torre Unifimm, il grattacielo in cemento, vetro e acciaio che con i suoi 32 piani, distribuiti su 120 metri di altezza, ridisegnerà lo skyline di Bologna.

Doka è stata selezionata come partner per la tecnologia autorampante che realizzerà i tre nuclei della torre, la cui forma irregolare ha richiesto uno studio specifico, e soluzioni tecniche differenziate per ogni nucleo.
Il sistema di casseratura, che sarà operativo in ottobre, è SKE 50 plus, l’ultima generazione di autorampanti  Doka, potenziato nella velocità di salita e nel sistema di sicurezza integrato, con botole preassemblate e predisposizioni per le scale d’accesso. Inoltre, il perimetro dei nuclei sarà attrezzato con schermo di protezione Doka, per garantire gli alti standard di sicurezza che differenziano le soluzioni del marchio austriaco in tutto il mondo.

Siamo orgogliosi di essere stati scelti come partner per il prestigioso progetto della Torre Unifimm”, commenta Paolo Zumaglini, consigliere delegato e direttore generale di Doka Italia. “Questo conferma la nostra preminenza tecnica nella realizzazione degli edifici alti in Italia, affermatasi con l’esperienza di Altra Sede di Regione Lombardia a Milano, e destinata a consolidarsi attraverso nuove opere, che presto presenteremo al pubblico”.

La realizzazione dell’intervento è promossa da Unifimm, società del gruppo Unipol, e s’inserisce nel contesto di riqualificazione dell’area  ex industriale che fiancheggia la tangenziale di Bologna con realizzazione, oltre che della torre uffici, di un albergo, un cinema multi-sala e un’area commerciale e servizi.
Il progetto è firmato dalla società di ingegneria e architettura Open Project (www.openproject.it) General Contractor CMB Società Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi (www.cmbcarpi.it) subappaltatore Consorzio Edile C.M, società facente capo al Gruppo Bison (www.gruppobison.it).

Nella foto di cantiere il sistema è in opera durante i lavori della Prime Tower di Zurigo, attualmente in realizzazione. L’edificio di 36 piani, per 136 m di altezza, è firmato dal team di architetti svizzeri Gigon/Guyer.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico