Tagliapiastrelle manuale e per taglio masselli autobloccanti –Tutte le novità di Montolit

Le aziende di riferimento nella produzione di piastrelle in ceramica stanno investendo sempre maggiori risorse nello sviluppo di porcellanati di formato extralarge. Questi prodotti sono sempre più richiesti anche per la pavimentazione di grandi superfici, portando come conseguenza un innalzamento negli spessori dei materiali ed una moltiplicazione delle difficoltà nelle lavorazioni, costringendo i posatori a ricorrere all’utilizzo di taglierine elettriche per il taglio.

La Brevetti Montolit ha aggiornato tecnicamente un proprio modello di tagliapiastrelle manuale già molto diffuso presentando Masterpiuma 125P2.

La nuova versione riprende le soluzioni tecniche che caratterizzano la linea Masterpiuma P2: incisione con azionamento a spinta, doppio sistema di spacco in materiale antigraffio per poter effettuare la separazione della piastrella in maniera accurata, squadra goniometrica orientabile, piani in acciaio molleggiati e telaio in alluminio.

Caratteristiche tipiche di questo nuovo, modello che mantiene la denominazione Masterpiuma, sono invece: la doppia barra di scorrimento del portautensile per garantire la massima precisione nella delicata fase dell’incisione, il telaio che da alluminio pressofuso diviene composito in alluminio ed acciaio per meglio resistere alle sollecitazioni e l’ampliamento del piano d’appoggio (richiudibile), che si unisce alla preesistente barra di supporto per offrire un comodo alloggiamento alla piastrella.
I piani di supporto per le piastrelle di grandi dimensioni sono composti da quattro piastre molleggiate, un’asta di sostegno apribile ed incernierata al telaio della taglierina e da un tavolino pieghevole anch’esso molleggiato.
L’impugnatura della tagliapiastrelle è ergonomica e idonea per condurre l’incisione a spinta, sistema privilegiato quando è necessaria un’incisione profonda come richiesto per materiali strutturati e di alto spessore.

Masterpiuma 125P2 è in grado di tagliare fino a 125 cm in lunghezza (88 x 88 cm diagonale) ed a 2,5 cm di spessore.
La macchina mantiene peso (27 kg) ed ingombri compatibili che la rendono comunque trasportabile agevolmente da un solo operatore.
La nuova tagliapiastrelle ora disponibile sul mercato, ma lungamente testata sul campo, rappresenta lo stato dell’arte per il taglio dei grandi formati di piastrelle in ceramica anche di notevole spessore .

Nuova macchina “REVOLVER” per taglio dei masselli autobloccanti
Caratteristica peculiare della “REVOLVER” è la velocità di esecuzione, rilevante soprattutto nel caso di tagli in sequenza, ottenuta grazie a un particolare cinematismo a “camme” che garantisce con l’azionamento della leva una notevole escursione alle lame, ottimizzando i tempi di lavoro con l’eliminazione di ogni regolazione.
La capacità massima di taglio è di 31 cm, mentre lo spessore di taglio è regolabile tramite un pomolo centrale tra 0 e 12.5 cm.

Questo brevettato sistema di regolazione della lama, permette, inoltre, un preciso e rapido posizionamento della leva di spacco  nella posizione più performante. L’operatore può lavorare da terra senza alzarsi: è sufficiente, grazie allo spacco veloce da posizione abbassata, una ridotta escursione del manico per sollevare la lama. Caratterizzano la macchina anche due piani molleggiati in acciaio, che sorreggono il materiale e possono facilmente inclinarsi per permettere il taglio smussato, ruote artigliate di grande diametro, un’ampia staffa antiribaltamento ed una maniglia di presa che la rendono stabile e facilmente trasportabile.

I materiali utilizzati, ed in particolare le lame di spacco ad angolo maggiorato in acciaio al carbonio, sono totalmente Made in Italy, puntano alla precisione e alla velocità del taglio, nonché alla longevità del prodotto anche in contesti di lavoro estremi.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico