Strutture autoportanti miste acciaio cls: NPS System, la tecnologia costruttiva certificata CE

A BAU 2013, la fiera internazionale dedicata ad architettura, materiali  e sistemi da poco conclusa a Monaco di Baviera, Tecnostrutture lancia una sfida al mercato internazionale scegliendo di presentare  NPS System una tecnologia costruttiva che consente di leggere un edificio come un sistema strutturale unico composto di strutture verticali e orizzontali, prescindendo dal calcolo dei componenti presi singolarmente.

 

Una tecnologia costruttiva prefabbricata completa che unisce in un’unica soluzione tutti gli elementi strutturali di una costruzione: trave, pilastro, solaio. Una risposta completa, innovativa, sicura altamente performante, ecosostenibile e certificata CE EN 1090-1 come richiesto dalla più recente normativa europea sulle caratteristiche prestazionali dei componenti strutturali di acciaio per cui, prima in Italia, Tecnostrutture ha certificato la propria produzione già dal febbraio 2012.

 

NPS System è la nuova frontiera della tecnologia costruttiva Tecnostrutture messa a punto dopo un decennio di ricerca realizzata in collaborazione con le principali Università ed Enti di Ricerca sia in Italia che all’estero.

 

Intervista a Gian Michele Calvi e Timothy Sullivan
Abbiamo posto  alcune domande a Gian Michele Calvi, Professore Ordinario e Direttore della UME School IUSS Pavia, Presidente Fondazione Eucentre – e a e a Timothy Sullivan, docente di Teoria e Progetto delle Costruzioni in Acciaio, Facoltà di Ingegneria Università degli Studi Pavia e responsabile della sezione Metodi di Progettazione della Fondazione EUCENTRE.

 

L’introduzione di tecnologie costruttive che considerino l’edificio come un sistema strutturale unico e integrato e non come combinazione di singoli elementi verticali e orizzontali, può favorire una riduzione della vulnerabilità e della probabilità di collasso di un edificio?

 

Credo non vi sia alcun dubbio che un edificio debba essere concepito, progettato, analizzato e verificato come un unico sistema, non solo in termini strutturali, ma anche in relazione agli elementi non strutturali, agli impianti, ai contenuti. L’introduzione di tecnologie strutturali integrate che favoriscano questa visione unitaria sono certamente utili per un migliore controllo della risposta alle azioni sismiche ed una più affidabile stima delle prestazioni degli edifici per diversi livelli di scuotimento.

 

In questo senso NPS System è una tecnologia costruttiva valida?

 

Premesso che qualsiasi tecnologia costruttiva può dare prestazioni accettabili se usata in modo corretto, non vi è dubbio che una industrializzazione della produzione edilizia, come quella proposta con il sistema NPS, può favorire il controllo della risposta e delle prestazioni cui ho fatto cenno nel commento precedente.

 

Quali sono gli aspetti più rilevanti della tecnologia NPS in relazione alle prestazioni strutturali ed alle esigenze dei progettisti?

 

Un aspetto rilevante è collegato alla produzione in stabilimento di parti essenziali al controllo della risposta, seguito da operazioni in cantiere che possono garantire continuità tra gli elementi ed eliminare problemi di connessioni. Un secondo aspetto è la possibilità di configurare diverse modalità di controllo delle prestazioni, con strutture a telaio progettate con una forte gerarchizzazione delle zone critiche, ovvero con combinazioni di strutture pendolari a telaio ed elementi resistenti a taglio (pareti o controventi).

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico