Sistemi di chiusura – Realizzazione piscina riscaldata

Presentiamo un progetto di una villa con piscina, quest’ultima parzialmente all’aperto ma utilizzabile anche in inverno. Questa possibilità è offerta da un sistema di chiusura
Hörmann che separa interno ed esterno, garantendo le prestazioni termoisolanti necessarie e la qualità dell’immagine architettonica.

In questo caso, una residenza monofamiliare di lusso situata nei pressi di Villafranca, in provincia di Massa Carrara, presentava una piscina in parte situata all’esterno dell’edificio, ma con una porzione d’invaso coperta, a diretto contatto con il piano terreno, in prossimità degli spazi dedicati al relax e allo svago casalingo.

Come poterne utilizzare almeno la zona riparata anche durante i freddi mesi invernali, mantenendo l’aspetto elegante dell’insieme, senza pregiudicare la luminosità degli ambienti né stravolgere l’immagine architettonica della casa?

La soluzione
Il perimetro dell’area coperta dai piani soprastanti è stato delimitato da una serie di portoni sezionali Hörmann, trasparenti e a taglio termico. Alcuni di questi chiudono il porticato fra soffitto e pavimento, altri scendono fino a sfiorare il livello dell’acqua della piscina – una soluzione ampiamente sperimentata negli impianti natatori e termali del Nord Europa – separando gli ambienti interni dallo spazio aperto circostante.
Questa soluzione consente l’uso di parte della piscina e della zona relax indipendentemente dalle condizioni meteorologiche esterne, durante tutto l’anno.
D’inverno, i portoni restano chiusi: mantengono la temperatura a livelli gradevoli anche per chi è in costume da bagno e, dall’interno, permettono la vista del giardino.
D’estate, invece, i portoni vengono alloggiati a soffitto, restituendo la completa fruizione dell’intero spazio aperto.
Il comfort dei bagnanti e l’usabilità della piscina sono assicurati da un sistema di riscaldamento dell’acqua e da un dispositivo di movimentazione che permette di simulare il nuoto controcorrente.

L’immagine contemporanea dei prospetti, rifiniti con intonaco bianco e caratterizzati da superfici semitrasparenti in vetrocemento (consulta i prezzi aggiornati), risulta ulteriormente enfatizzata dal design sobrio e moderno dei nuovi portoni Hörmann. All’interno, i meccanismi di sollevamento e le guide di scorrimento sono celati alla vista da un controsoffitto ispezionabile in acciaio, appositamente realizzato, rifinito in coerenza con il resto del locale.
Il movimento dei portoni è comandato da una centralina con apertura automatica temporizzata. L’unico accorgimento tecnico adottato rispetto al portone standard consiste nella verniciatura anticorrosione effettuata sulle guide, indispensabile per proteggere il metallo dal contatto con un ambiente umido.

Portoni TAR40 in alluminio naturale a taglio termico
Il portone sezionale Hörmann TAR 40 installato nella residenza di Villafranca è in versione in alluminio naturale estruso, perciò estremamente resistente, composto da elementi anodizzati e decapati in tonalità naturale ed è totalmente finestrato.
Si tratta di una chiusura trasparente capace di coniugare elevata stabilità, ottime prestazioni termoisolanti, massima visibilità e un design attuale e accattivante.
La stabilità nel tempo è assicurata dalla dimensione degli elementi superiori (spessore 42 mm) – finestrati con doppie lastre in vetro acrilico (spessore 16 mm) – e della specchiatura di base (altezza 120 mm), tamponata con pannelli in alluminio (spessore 26 mm) schiumati internamente con poliuretano espanso rigido (nel caso in questione la base è analoga agli altri elementi).
L’isolamento dei locali interni è assicurato dal taglio termico, ottenuto mediante un rinforzo in fibra di vetro dei settori in poliammide.
I portoni Hörmann TAR 40 sono disponibili nelle dimensioni massime di 7,00 m (in larghezza e altezza) – nel caso esaminato, i portoni presentano le seguenti misure: larghezza 3.700 mm; altezza 3.930 mm – e in 14 tonalità preferenziali – ma possono essere forniti con colori dell’intera gamma RAL.
Questo prodotto è dotato di  motorizzazione a traino ITO400 A 445 380V, protezione IP65, quadro comando elettrico a microprocessori, pulsantiera a membrana apri-chiudi-stop e costola di sicurezza con optosensore. La portina pedonale, quando necessita un passo d’uomo, è opzionale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *