Sicurezza, Bando ISI 2015 (INAIL): i finanziamenti per le imprese

Bando ISI 2015 (INAIL)

Il Bando ISI 2015 di INAIL concede un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammesse e sino ad un massimo di 130mila euro. Per poter presentare la domanda è necessario iscriversi sul portale INAIL nella sezione dedicata al Bando e richiedere le relative credenziali di accesso.

A partire dallo scorso 1 marzo 2016, infatti, tutte le imprese in possesso delle credenziali di accesso potranno accedere alla piattaforma INAIL ed inserire la propria domanda. Le misure agevolabili sono complessivamente 3:
investimento (acquisto di macchinari , impianti o attrezzature nuovi di fabbrica, ristrutturazioni);
modelli organizzativi e responsabilità sociale;
bonifica amianto.

L’utente dovrà quindi selezionare una delle opzioni indicate e procedere con la compilazione della domanda.

Il Bando ISI 2015 è un’occasione rilevante per le imprese che vogliono effettuare investimenti ingenti per migliorare la salute e la sicurezza dei propri lavoratori. È stato pubblicato per la prima volta dall’INAIL nel 2010 ed è ora alla sesta edizione, un investimento importante da parte dell’Ente a favore delle imprese che ha raggiunto la somma complessiva di 1,2 miliardi di euro. L’edizione di quest’anno vede uno stanziamento di circa 276 milioni di euro, suddivisi in budget regionali. Tra le Regioni con il maggior stanziamento vi sono: Lombardia (45 milioni di euro), Lazio (35 milioni di euro), Campania (25 milioni di euro), Veneto (21 milioni di euro) e Emilia Romagna (20 milioni di euro).

In fase di compilazione verranno richieste una serie di informazioni di carattere anagrafico, tra cui:
– Ragione sociale e sede;
– Riferimenti di contatto (telefono e mail PEC);
– Dati di bilancio (fatturato e stato patrimoniale);
– Dati bancari.

Consulta la Pagina speciale dedicata al Bando ISI 2015 di INAIL su Ediltecnico.it.

Completate tutte le informazioni di carattere anagrafico si passerà alla fase di compilazione dei dati di progetto, in questa fase verrà richiesto di indicare il costo dell’intervento, il contributo spettante, la descrizione dell’intervento e una serie di altre informazioni dipendenti dalla misura selezionata.

Una volta terminato l’inserimento di tutti i dati richiesti, il sistema calcola il relativo punteggio di progetto che dovrà essere pari o superiore a 120 punti per essere ammessi alla fase successiva.

La fase di compilazione delle domande sarà disponibile sulla piattaforma INAIL sino alle ore 18.00 del 5 maggio 2016, dopo questa data non sarà possibile né inserire nuove domande e né modificare le domande inserite.

Dal 12 maggio 2016 le imprese che hanno inserito la domanda nei tempi stabiliti dal bando e raggiunto il punteggio soglia richiesto, potranno accedere nuovamente alla piattaforma INAIL e scaricare il proprio codice identificativo.

Tale codice identificherà la domanda in maniera univoca e dovrà essere tramesso all’INAIL nelle modalità e tempistiche che verranno definite nei prossimi mesi dall’Ente, nell’allegato “Regole tecniche”. La graduatoria delle domande ammesse a seconda dell’ordine cronologico di invio verrà pubblicata sul sito INAIL entro 7 giorni dal Click Day.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *