Serramenti. Innovazioni tecnologiche e di prodotto al Forum di Primavera

1.000 partecipanti, un’area di 4.000 metriquadri, 70 workshop, 4 relazioni di scenario, 50 partner culturali e aziendali: questi i numeri che hanno caratterizzato Forum di Primavera, il più importante evento dedicato al mondo dei serramenti moderni che si è tenuto il 24 e 25 maggio al Centro Congressi Veronafiere.

 

Quest’anno, alla consolidata esperienza di Forum Serramenti, sono stati affiancati Forum Vetro e Forum Retail, che con il loro contributo hanno aperto la manifestazione a tutti gli ambiti della filiera del serramento, dalla produzione fino alla distribuzione e installazione del prodotto.

 

Il vetro, inteso come parte integrante della filiera dell’involucro, è stato l’elemento cardine degli incontri e dei dibattiti a cui hanno preso parte gli operatori del settore che hanno seguito Forum Vetro. Molti i temi di attualità affrontati, tra cui il tema della posa, da molti operatori indicato come uno degli aspetti più delicati in questa fase di mercato, e quello legato alla gestione aziendale e alla normativa vigente.

 

Forum Retail si è distinto per l’offerta di formazione culturale volta a rispondere alle richieste e alle esigenze degli operatori del settore rivendite di porte e finestre. Grande attenzione è stata inoltre rivolta al marketing e agli strumenti di gestione del punto vendita, alle leggi che regolano i rapporti con il cliente finale e alle norme relative ai prodotti, oltre che sulle opportunità di business offerte dai protocolli di sostenibilità e analisi sugli scenari di mercati presenti e futuri del settore della rivendita. Oltre a ciò, a Forum Retail si è discusso del futuro del punto vendita di serramenti, oggi soggetto a diverse criticità che possono ripercuotersi anche sul rapporto con il cliente.

 

Molti i contenuti presentati nel corso della due giorni organizzata da Reed Business Information. Tra questi, particolarmente significativi quelli inerenti le relazioni di scenario che hanno aperto e chiuso la manifestazione, e che hanno fornito ai partecipanti importanti spunti e riflessioni sul mercato, le leggi e i regolamenti.

 

Il Forum di Primavera è stato aperto da Marco Mari, vicepresidente di GBC Italia, che nel suo intervento ha sottolineato come la sostenibilità ambientale ed energetica siano ormai riconosciute come fattori centrali per lo sviluppo della filiera dell’edilizia. In questo contesto, sono stati evidenziati gli sviluppi del Green Building Council e del protocollo di certificazione energetico e ambientale Leed, maturato negli USA e già ampiamente diffuso anche in Italia.

 

L’avvocato Filippo Cafiero, uno dei maggiori esperti in direttiva prodotti da costruzione, marcatura CE e diritti dei consumatori in edilizia, ha incentrato il suo intervento sui rapporti che si creano tra i diversi attori della filiera edilizia, ossia i rivenditori di porte e finestre e i produttori del prodotto finito, fino al cliente finale. Proprio l’attenzione al consumatore e alle sue esigenze, spiega Cafiero, deve essere da stimolo per l’operatore professionale per determinare i propri comportamenti e per adattare la sua condotta imprenditoriale.

 

Nella relazione “Dalla direttiva al regolamento prodotti da costruzione: che cosa cambia”, Roberto Vinci, direttore di ITC-CRN e Giuseppina Varone, esperta in certificazioni e regolamenti, hanno offerto un’analisi delle principali novità introdotte dal nuovo Regolamento Prodotti da Costruzione, che entrerà in vigore nel 2013 in sostituzione della Direttiva Prodotti da Costruzione, e che regolamenterà il mondo dell’edilizia per i prossimi 20 anni.

 

Un altro tema di grande interesse è stato quello della sicurezza sul lavoro nell’ambito della posa in opera e dell’installazione di prodotti edilizi. Ne ha discusso Rocco Vitale, presidente di Aifos, sociologo del lavoro, e docente all’Università di Brescia, che ha sottolineato il ruolo delle aziende e delle istituzioni per l’elaborazione di una corretta gestione della normativa sulla sicurezza sul lavoro. Il tema della sicurezza è stato inoltre centrale in un’indagine, presentata da Giuseppe Lupi, presidente di Aipaa (Associazione italiana per l’anticaduta e l’infortunistica), che ha evidenziato i rischi corsi dagli operatori di schermature solari. I dati dell’indagine hanno permesso di realizzare un dispositivo, che ha debuttato proprio a Forum Primavera, che consente di evitare molte situazioni pericolose.

 

La manifestazione si è conclusa con la presentazione dei risultati della ricerca “Il retail di porte e finestre. Panorama attuale e scenari futuri”, realizzata da AstraRicerche per Reed Business Information. L’ha presentata il sociologo ed esperto di marketing prof. Enrico Finzi, che aveva già curato, sempre per l’editore, la precedente ricerca del 2011 sugli italiani e i serramenti. Due dati per tutti: le rivendite di serramenti sono esplose per numero, tipo e qualità, causando un eccesso straordinario di offerta sul mercato a fronte di un consumatore sempre più attento ed esigente, che nel 66% dei casi si informa accuratamente su Internet. Anche qui il settore deve porsi con urgenza la domanda: “siamo veramente in grado di fronteggiare con professionalità una tale evoluzione della clientela?”.

 

Infine, molto apprezzata dal pubblico l’area demo riservata alle dimostrazioni e alle prove pratiche di prodotti e sistemi, dove sono state presentate le ultime novità tecnologiche e di prodotto per il settore, tra cui in particolare la posa in opera.

 

Il nuovo appuntamento con Forum di Primavera è già stato fissato per maggio 2013.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico