Rivestimenti in alluminio. Prefa per il porto di Marina di Loano

La nuova Marina di Loano nasce dalla capacità di visione del Gruppo Fondiaria Sai, che ha creato un porto efficiente e all’avanguardia. La collaborazione con partner di alto livello, tra cui Prefa, ha permesso di dare vita ad una struttura unica ed esclusiva. Il porto turistico sorge nel Ponente Ligure, in una posizione strategica facilmente raggiungibile sia via mare che via terra: solo un’ora lo separano infatti dagli aeroporti di Genova e Nizza, 80 miglia nautiche dalla Corsica e poco più di 40 dalla Costa Azzurra e da Portofino.

La struttura può ospitare oltre 1.000 imbarcazioni dagli 8 ai 40 metri di lunghezza e offre un servizio nautico di qualità in qualunque condizione meteorologica, per tutto l’anno. 8.000 m2 di cantiere navale, 5.000 m2 di attività commerciali e 200 m2di spiaggia completano infine il porto turistico, che accoglie i clienti con un’impareggiabile cura nei dettagli e con servizi esclusivi altamente specializzati.

Il progetto nasce dal lavoro sinergico di professionisti eccellenti, che si sono impegnati per ridurre al minimo l’impatto ambientale dell’intero edificio. La scelta di materiali rigorosamente naturali e l’attenzione posta nelle soluzioni impiantistiche e gestionali hanno permesso così di creare una struttura che non solo rispetta l’ambiente in cui è inserita, ma porta benefici anche al territorio che la circonda, favorendo lo sviluppo della nautica da diporto e del relativo indotto.

L’unione tra legno ed elementi in alluminio PREFA conferisce all’edificio un raffinato stile nautico che richiama la storia ligure e la sua tradizione marinara. Il porto diviene così un prodotto unico nel suo genere, nella costa ligure e nell’intero ambito delle marine. Marina di Loano non è però solo un porto, è anche un centro turistico a cinque stelle. I ristoranti raffinati, la lunga spiaggia sabbiosa, le suggestive passeggiate e l’elegante yacht club coccolano gli ospiti e rendono la loro vacanza ancora più comoda e piacevole. Per un comfort a 360 gradi.

La cura dei dettagli e del design è visibile sia negli ambienti interni che in quelli esterni, dove i giochi di luce rendono la visuale altamente scenografica. La flessibilità architettonica e tecnologica della struttura le consentono inoltre di evolvere nel tempo di pari passo alle esigenze del turismo nautico, soddisfando sempre le aspettative di chi la utilizza.

L’eleganza estetica delle terrazze panoramiche e dello yacht club è dovuta al nastro in alluminio preverniciato PVdF Falzonal Prefa, che qui si presenta nel colore RAL 9001 Bianco creato appositamente per la Marina di Loano e per il suo tipico stile marinaresco. Le doghe ad incastro con fissaggio a scomparsa, che ricoprono una superficie di ben 5.000 m2, sono state piegate direttamente dal lattoniere, l’azienda Copermont.

A causa della vicinanza del mare e dell’effetto corrosivo della salsedine, sul colore dei nastri in PVdF è stata chiesta una garanzia di 40 anni, che PREFA ha tranquillamente concesso: Falzonal infatti assicura una superficie di alta qualità e un’eccellente costanza di colore, per un prodotto resistente alla corrosione ed estremamente durevole.

La lega, il rivestimento e l’elasticità dell’alluminio preverniciato Falzonal sono stati appositamente concepiti per le lavorazioni della lattoneria. È il materiale ideale per le tecniche di aggraffatura, ma si può anche facilmente tagliare, piegare o forare. Falzonal inoltre consente ai progettisti la massima creatività: non solo è resistente agli agenti atmosferici e richiede una manutenzione minima, ma i diversi formati disponibili comportano anche una facile lavorazione e l’adattamento a qualsiasi architettura.

L’integrazione tra alluminio e il legno caratterizza tutta la Marina di Loano e consente alla struttura di inserirsi con naturalezza nell’ambiente circostante. La sensazione di assoluta libertà si unisce così alla percezione della massima efficienza.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico