Ristrutturazione Torre Eiffel, l’intervento di Rockwool

Un prestigioso intervento di ristrutturazione nei confronti della Torre Eiffel, l’edificio simbolo della Francia e del continente europeo. È proprio quello a cui parteciperà Rockwool, gruppo che rappresenta uno dei leader nell’industria dell’isolamento e della fornitura di prodotti e sistemi innovativi in lana di roccia.

 

Un progetto avviato e finanziato dalla società delegata dal Comune di Parigi alla gestione e alla manutenzione della Torre Eiffel all’interno del quale il primo piano della Torre stessa sarà oggetto di una profonda ristrutturazione: con la previsione di un nuovo spazio pubblico, completamente rinnovato, a un’altezza di 57 metri sulla città.

 

Il progetto di ristrutturazione (4.586 m² di superficie da ristrutturare per un costo di 25 milioni di euro al netto delle imposte, durata dei lavori prevista in 2 anni senza chiudere l’accesso al pubblico), attraverso il quale verrà modernizzato lo spazio divenuto ormai obsoleto e inadatto ad accogliere il pubblico di oggi, prevede vari interventi tra cui:

– la ricostruzione della sala di ricevimento;

– la ristrutturazione della sala conferenze

– la ricostruzione del padiglione dedicato ai servizi per i visitatori, con particolare attenzione per i ristoranti e gli spazi commerciali.

 

In particolare, la sala di ricevimento e quella delle conferenze saranno trasformate in uno degli spazi per eventi più affascinanti di Parigi.

 

Verranno anche create due spettacolari attrazioni: la sorprendente vista del monumento e della sua pianta quadrata grazie al pavimento e al parapetto realizzati in vetro e un film che promette emozioni molto forti.

 

Accesso possibile anche ai disabili
Inoltre il primo piano della Torre è oggi inaccessibile ai disabili. La ristrutturazione permetterà a tutti i visitatori, incluse le persone a mobilità ridotta, di usufruire dello spazio, dei servizi e dei contenuti offerti.

 

Attenzione alle rinnovabili
Nuove norme edilizie, energia termica solare, energia eolica, energia idraulica, recupero dell’acqua piovana e illuminazione a LED sono soltanto alcune fra le tecnologie che saranno adottate per migliorare il rendimento energetico della Torre.

 

Gli interventi di ristrutturazione sono stati seguiti dallo Studio Moatti-Rivière e realizzati dall’impresa edile Bateg (Gruppo Vinci) all’insegna di una   architettura, interamente progettata secondo linee oblique e trasparenti, al fine di valorizzare la percezione della Torre e di Parigi, nel rispetto del monumento e della sua storia.

 

Per Rockwool il progetto rappresenta la possibilità di contribuire a questo processo di rinnovamento sostenibile attraverso soluzioni di isolamento per superfici piane in grado di soddisfare i severi requisiti previsti per un edificio che ogni anno accoglie oltre 7 milioni di persone.

 

“Questo é un grande progetto, di forte impatto internazionale, al quale siamo orgogliosi di contribuire”, afferma Bernard Plancade, direttore generale di Rockwool France. “Considerando che l’edificio accoglie 7 milioni di visitatori all’anno”, continua Plancade, “appare evidente come i progettisti abbiano dovuto considerare attentamente gli aspetti legati alla sicurezza di questo primo piano. La scelta delle soluzioni isolanti Rockwool risponde perfettamente ai requisiti dell’edilizia pubblica e dimostra inoltre la capacità di Rockwool di sostenere progetti così ambiziosi e impegnativi”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico