Ristrutturazione – Serramenti ad alta efficienza

È giunto a conclusione un progetto di ristrutturazione improntato al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale di Cascina Ferre, edificio situato a Gandosso (Bergamo) che attualmente ospita l’omonima “Osteria”.

Faliselli, azienda lombarda specializzata nella produzione di serramenti in legno ad elevata efficienza energetica, certificata “Partner CasaClima”, è intervenuta nell’opera di ristrutturazione del fabbricato, adagiato sulle pendici delle colline della Valcalepio.
Per Cascina Ferre sono stati proposti i nuovi serramenti in legno lamellare Klima92, a elevato potere termoisolante.

Le caratteristiche del sistema serramento-vetro
Il telaio Klima92 ha uno spessore di 92 mm contro i tradizionali 70.
La trasmittanza media del telaio Klima92 è pari a 1,3 watt/mqK, contro i 2,4 watt/mqK di un telaio normale. Se si considera inoltre il sistema finestra comprensivo di vetri basso-emissivi di nuova generazione, tale dato si abbassa ulteriormente a 1,1 watt/mqK.
Per ottenere questi requisiti Faliselli ha optato per un sistema vetro composto da due vetri basso emissivi (55.2 quello esterno e 33.1 quello interno), un vetro interno Float6 e doppia intercapedine da 12 con gas nobile argon.
Il sistema è quindi a tre guarnizioni, triplo vetro e doppia camera al posto di due guarnizioni, doppio vetro e singola camera, tipiche dei serramenti tradizionali.
Da un punto di vista estetico, invece, per Cascina Ferre è stato scelto il modello Giotto, con cornice lavorata e accessori in ottone. Realizzato in legno di rovere lamellare con vernice color Noce Gold a 5 mani garantita per 10 anni, il prodotto è stato utilizzato per 60 serramenti di diverse tipologie e dimensioni: per il salone principale ampie porte-finestre alzanti scorrevoli con foderina e sopraluce vetrato ad arco, nelle pareti laterali finestre a uno e due battenti con imposte spessore 45 mm con griglia a stecca aperta in rovere verniciato marrone, nella facciata principale una quadrifora ad arco sovrastata da una serie di finestrelle rettangolari, nella sala da pranzo una fila di sei piccole finestre quadrate e una particolare finestra dalla forma allungata in orizzontale in corrispondenza della cucina. In generale ampie vetrature per consentire la massima luminosità ai locali, in particolare a quelli adibiti a sala ristorante e cucina.

Posa in opera
Oltre a montare i serramenti con poliuretano espanso, lungo tutto il loro perimetro è stata posizionata una banda bituminosa a espansione che incrementa l’isolamento della struttura e la traspirazione del vapore acqueo. In fase di montaggio è stato inoltre utilizzato il falso telaio, che consente al muro esterno di creare uno spessore aggiuntivo in modo da rendere ancor più efficiente il sistema.

L’edificio è dotato inoltre di pannelli solari e di camini che integrano l’impianto di riscaldamento e forniscono l’acqua sanitaria. È stato utilizzato un intonaco in termo calce, con caratteristiche che favoriscono l’isolamento e la coibentazione, consentendo di far respirare la struttura.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico