Ristrutturazione – Ammodernamento di centro commerciale

Per i nostri lettori presentiamo i lavori di ristrutturazione e ammodernamento del Centro commerciale “La Romanina”, situato tra il raccordo anulare e l’autostrada A2, proprio a ridosso della capitale.

Il progetto prevede anche una ristrutturazione degli interni secondo le linee guida del design commerciale. Sarà creata una nuova piazza e ripensata la decorazione della galleria: nuova illuminazione, nuovi controsoffitti e i pilastri esistenti saranno rivestiti da elementi che accentueranno la luminosità del granito.
Particolare attenzione è stata data alla scelta dei materiali all’avanguardia.

Il progetto di ristrutturazione e ammodernamento è stato concepito con l’intento di assecondare la rapida spinta evolutiva cui ogni centro commerciale è sottoposto, da quando, nel corso degli ultimi decenni, si è affermato come nuovo spazio pubblico delle aree metropolitane e sub-urbane.

Il progetto
L’intervento prevede la ristrutturazione, l’ammodernamento e la riqualificazione degli spazi comuni della galleria commerciale, oltre che della facciata esterna principale, rivolta a nord, verso il Grande Raccordo Anulare e l’autostrada Roma-Napoli.

L’esterno – prospetto nord
Trattasi di un fronte continuo, lungo più di 200 metri, alto circa dieci, rivestito con piastrelle in clinker, asostegno delle insegne pubblicitarie del centro commerciale. Il progetto prevede la trasformazione del fronte per tramutarlo in un vero e proprio simbolo di richiamolo.
181 capriate metalliche a sezione variabile, ancorate alla struttura esistente, lungo tutto il fronte, per tutta l’altezza, fungeranno da sostegno per il rivestimento in lamiera di alluminio trattata con vernici micalizzate, che vira di tonalità dal giallo-oro al blu, in base all’angolo di incidenza della luce; una “vela” cangiante, di 2.400 mq circa, scomposta in 4.850 triangoli, adagiata lungo tutto il fronte nord.

L’interno – la mall e gli spazi comuni
La galleria commerciale è distribuita su tre livelli (piano interrato, piano terra e primo piano), per un totale di circa 8.000 mq.
Obiettivo primario, nel restyling interno, è stato quello di annullare il punto di fuga prospettica prevalente che, nel caso in esame, veniva accentuato, oltre che dalla disposizione delle vetrine lungo percorsi rettilinei, anche dalla non eccessiva altezza netta interna. In questa ottica, il nuovo controsoffitto risulta essere composto da superfici “spezzate”, che viaggiano lungo il mall seguendo inclinazioni diverse, con cambi di direzione e salti di quota. Ogni quota è realizzata con un materiale diverso: cartongesso fessurato per la quota più alta, mdf laccato lucido per la quota intemedia, legno di rovere per il controsoffitto alla quota più bassa. L’effetto ricercato sarà quello di elementi materici, che si rincorrono lungo il soffitto della galleria, rimbalzando da un fronte vetrina ad un altro.
Per i testamuro delle vetrine dei negozi esistenti, così come per quelli di nuova realizzazione, è stato previsto un rivestimento in mdf laccato lucido che correrà per tutta l’altezza della vetrina, raccordandosi alla veletta orizzontale (dello stesso materiale) che sfila sopra tutti i negozi, garantendo così una continuità visiva ed estetica.
I pilastri, presenti lungo la galleria (attualmente rivestiti in granito) saranno placcati con lastre di vetro smaltato lucido; superfici lisce, omogenee, regolari, per gli elementi verticali, contrapposte alle forme spigolose e irregolari che corrono lungo il soffitto.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico