Risparmio energetico domestico: gestione calore e acqua. Tutte le soluzioni Honeywell

Il mondo sta consumando sempre più energia. Entro il 2030 il consumo globale di energia potrebbe aumentare del 40% (1). Eppure non dobbiamo pensare che questa tendenza sia inarrestabile e che nulla possa essere fatto per contrastarla. Tutti possono adottare comportamenti quotidiani che aiutino a migliorare l’efficienza energetica nella vita di tutti i giorni e la tecnologia può darci una mano in maniera determinante.

Nel presente articolo vengono presentate le soluzioni per il risparmio energetico tramite l’impiego di tecnologie e prodotti Honeywell, azienda presente in tutto il mondo con oltre 120.000 dipendenti.
Un settore chiave in cui l’Azienda opera è legato all’efficienza energetica in quattro settori principali: i trasporti, l’edilizia industriale, commerciale e privata.

Il risparmio energetico in casa
Il risparmio energetico, oltre a essere vantaggioso per il portafoglio, permette di ridurre le emissioni di CO2 e altri gas e materiali nocivi nell’atmosfera. Il contributo delle tecnologie Honeywell al risparmio energetico riguarda anche le nostre case, in particolare il monitoraggio e il controllo del calore domestico. La gamma di soluzioni offerta dalla divisione EVC di Honeywell e comprende sistemi per la contabilizzazione, ripartizione del calore e regolazione della temperatura (ripartitori, termostati digitali, cronotermostati, valvole termostatiche, regolatori multizona) e per la filtrazione e salvaguardia dell’acqua (miscelatori termostatici, filtri, valvole, riduttori di pressione, addolcitori d’acqua). Secondo l’ENEA, tra gli interventi per ridurre le emissioni di CO2 l’efficienza energetica degli edifici si colloca al primo posto: essa potrebbe contribuire alla riduzione delle emissioni  fino al 20%. Al secondo posto si collocano i trasporti con il passaggio del trasporto su gomma a quello ferroviario.

Tenendo conto che in un’abitazione il riscaldamento è la voce maggiore di consumo energetico (fino al 70%), un risparmio del 30% equivale a un grande contributo alla salvaguardia dell’ambiente. Questo risparmio si può ottenere semplicemente installando nelle case prodotti per la regolazione della temperatura La riqualificazione energetica degli edifici è un fronte decisivo su cui lavorare per ridurre gli sprechi (di energia). Si calcola che in Italia il 60% del patrimonio edilizio sia stato costruito prima del 1970: queste case presentano quindi ampi margini di miglioramento in termini di efficienza energetica.

Gestione del calore
Regolare la temperatura
Esistono molte soluzioni per ottenere il comfort domestico senza spreco di energia e di risorse naturali. Parecchie di queste sono diventate di uso comune, ma è possibile migliorare ulteriormente l’efficienza e il risparmio, ottimizzando l’utilizzo del riscaldamento nei diversi locali e in orari differenziati.
In abbinamento ai sistemi di regolazione, Honeywell propone apparecchiature idrauliche di altissimo livello, con un’offerta completa, sicura e adatta a qualsiasi installazione.

Le nuove tecnologie digitali wireless Honeywell offrono la possibilità a tutti di creare il comfort della propria abitazione, senza interventi invasivi, in qualsiasi tipologia di impianto, centralizzato e non. Questi sistemi permettono di trasformare i tradizionali impianti di riscaldamento centralizzati in confortevoli installazioni “a zona” in cui l’utente paga secondo i propri consumi, regolando la temperatura in base alle proprie abitudini.

Termostati elettronici
I termostati Honeywell sono riconosciuti dal mercato per la semplicità di programmazione e utilizzo, la ricchezza delle prestazioni dei modelli  e il design che ben si inserisce negli ambienti domestici e professionali.

I termostati serie DT90 di Honeywell dispongono di una speciale funzione di risparmio energetico attivabile direttamente con il tasto ECO, che permette di impostare un abbassamento della temperatura per numero di ore definito dall’utente (fino a 24). Inoltre, grazie al sistema di autoapprendimento “Fuzzy Logic” il termostato adatta il funzionamento alla tipologia di impianto, garantendo maggior comfort e minor consumo di energia.

Il regolatore multizona Evohome
I nuovi sistemi di regolazione del calore Honeywell, di cui il cronotermostato Evohome è il prodotto di punta, permettono il funzionamento intelligente di un impianto attraverso il controllo di diverse zone di un appartamento (fino a 8 nel caso di Evohome) e sono compatibili con tutti gli impianti di riscaldamento (a pavimento, a radiatore, con qualsiasi tipo di caldaia o pompa di calore). Grazie a questi dispositivi si possono ridurre notevolmente le spese di energia soprattutto se si considera la velocità di ammortamento dei costi e la portata di risparmio energetico ottenibile.

Evohome consente di risparmiare energia, rispettare l’ambiente e ridurre le spese, incidendo in modo intelligente sul bilancio familiare. Un ulteriore vantaggio economico deriva dalla semplice installazione del sistema che non richiede interventi di posa dei cavi e non interferisce con l’impianto di riscaldamento centrale.

La ripartizione del calore
Parlando di riscaldamento, le esigenze di chi abita in condominio sono spesso divergenti: differenti orari di permanenza in casa e una diversa percezione del caldo e del freddo. L’impianto di riscaldamento “centralizzato” a colonne montanti, una soluzione ancora estremamente diffusa negli edifici condominiali, presenta notevoli e crescenti limiti, oggi ancor più sentiti e condivisi in un’epoca caratterizzata dagli elevati e crescenti costi dell’energia:

  • comfort inadeguato dovuto alle limitazioni nella scelta di quanto e quando riscaldare la propria abitazione
  • costi elevati della “bolletta” energetica che non riflettono il consumo effettivo
  • sprechi energetici inutili a danno dell’ambiente

Il desiderio di rendersi autonomi dall’impianto centrale si è scontrato, sino a poco tempo fa, con i limiti delle tecnologie disponibili sul mercato che richiedevano opere molto complesse e costose.
La nuova tecnologia digitale “senza fili”, ossia totalmente in radiofrequenza (esattamente come gli apricancello), sviluppata da Honeywell, rende chiunque libero di modellare, senza limiti, il comfort della propria abitazione, senza alcun intervento invasivo, in qualsiasi tipologia di impianto.

Grazie ai sistemi integrati Honeywell, che comprendono cronotermostato e ripartitore, è possibile gestire singolarmente il riscaldamento di ogni appartamento, misurare i consumi energetici, contabilizzarli e pagare solamente quanto consumato. Il sistema Evohome a zone Honeywell divide la casa in più zone (fino a 8) e le controlla separatamente, per fornire il massimo agio in qualunque ambiente. I ripartitori elettronici installati sui radiatori consentono di calcolare l’energia effettivamente consumata all’interno dell’appartamento. I dati di consumo vengono trasmessi in radiofrequenza a una centrale di raccolta dati condominiale.

Per gli amministratori di condominio si tratta di uno strumento affidabile per ripartire le spese di riscaldamento in modo equo in base ai reali consumi e non solo ai millesimi, senza nessun disagio per il condomino.
Le soluzioni presentate si adattano, inoltre, a essere installate in modo semplice e pratico sia in condomini con impianti a colonne montanti sia in presenza di impianti a distribuzione orizzontale. Negli impianti di riscaldamento autonomo è possibile  anche controllare direttamente la caldaia.

Valvole termostatiche
Honeywell presenta una ricca gamma di valvole termostatiche; Thera 200 Design, ad esempio, è la nuova linea di teste termostatiche di design.
Thera 200 si distingue per un design moderno e al tempo stesso ergonomico; è disponibile in quattro versioni – cromata, satinata, nera, bianca – che si possono scegliere a seconda dell’ambiente. Di dimensioni compatte, Thera 200 è estremamente affidabile e rappresenta la soluzione ideale per chi desidera una stanza da bagno raffinata.

Il design delle teste termostatiche Thera è anche studiato per evitare il deposito della polvere. Le teste termostatiche infatti, generalmente dopo circa 10 anni, non svolgono più in modo ottimale la propria funzione a causa dei depositi di polvere sull’elemento sensibile. Questo determina una scarsa precisione di regolazione e comporta inutili consumi di energia.

La Gestione dell’acqua
Razionalizzare i consumi di acqua
Le soluzioni Honeywell per impianti di acqua potabileprodotti sono numerose: riduttori-stabilizzatori di pressione, filtri, valvole di ritegno e disconnettori, valvole di sicurezza e miscelatori termostatici, valvole industriali, addolcitori d’acqua.

Riduttori e stabilizzatori di pressione
I riduttori-stabilizzatori di pressione proteggono le tubature, le valvole e gli elettrodomestici dai danni che potrebbero essere causati dalla pressione eccessiva. Soprattutto di notte, quando il consumo ridotto innalza la pressione o quando insorgono sbalzi improvvisi, gli alti carichi possono influire negativamente sull’impianto idrico e sulle apparecchiature collegate. In queste circostanze la presenza di un riduttore-stabilizzatore evita possibili danneggiamenti.

I riduttori-stabilizzatori di pressione riducono anche il consumo di acqua. Per esempio se la pressione viene ridotta da 6 bar a 3 bar, una famiglia composta da quattro persone consuma il 29 % in meno di acqua in un anno. In pratica, se i consumi d’acqua a persona sono pari a circa 140 litri al giorno per un impianto con una pressione di 6 bar, riducendo la pressione a 3 bar è possibile portare  i consumi a 99 litri al giorno.

Miscelatori termostatici
I miscelatori termostatici trovano applicazione in tutti gli impianti per la produzione di acqua calda sanitaria centralizzata, sia in applicazioni industriali, sia in quelle commerciali. La loro funzione è di mantenere costante per gli utenti la temperatura dell’acqua miscelata, a prescindere dalle variazioni del grado di calore dell’acqua calda dell’accumulo.
Inoltre permettono, nel caso venga a mancare l’acqua fredda, che l’acqua possa uscire dal rubinetto a più di 48°C, evitando così pericolose scottature.
Questi miscelatori termostatici trovano applicazione anche negli impianti di energia alternativa come quella solare o a trucioli di legna.

Le soluzioni per un’acqua con meno calcare
Il calcare in quanto tale non è nocivo, poiché contribuisce in modo determinante all’equilibrio naturale dell’acqua. Tuttavia, la percentuale contenuta nell’acqua potabile sotto forma di calcio produce depositi nelle tubature e nei sistemi di riscaldamento. I guasti che ne derivano comportano ogni anno notevoli costi di manutenzione degli impianti. I depositi di calcare aumentano inoltre i costi energetici.

Non molti lo sanno: uno strato di calcare di appena 1 millimetro aumenta i costi energetici di circa il 10%. L’acqua più dura richiede poi una maggiore quantità di detersivo, detergente o di prodotto per la cura personale. Un minore consumo di detersivi e detergenti significa anche un minore inquinamento delle acque di scarico. L’acqua dolce contribuisce quindi anche alla tutela dell’ambiente.

L’addolcitore Kaltecsoft di Honeywell, è la soluzione ideale contro il calcare per l’intero impianto idraulico poiché e garantisce acqua dolce in tutta la casa. Prevenendo i depositi di calcare, l’efficienza del sistema di riscaldamento aumenta. Ne risulta un consistente abbattimento dei costi energetici, un minor consumo di detersivi, una più lunga durata degli elettrodomestici, maggiore sicurezza per l’impianto idraulico e tutela dell’ambiente.

Un addolcitore dell’acqua può essere installato subito dopo il contatore dell’acqua e a valle del filtro generale, oppure all’inizio della sezione di impianto per la produzione dell’acqua calda ad uso igienico. Per la sua funzione, l’adozione di un addolcitore in zone caratterizzate da un’elevata durezza dell’acqua può dare diritto ad agevolazioni fiscali con una detrazione di imposta per interventi finalizzati al risparmio energetico, a condizione che il trattamento dell’acqua riguardi l’impianto di riscaldamento.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico