Riscaldamento di grandi ambienti e luoghi di culto. Il Sistema in Fibra di Carbonio Genius Carbon

Normalmente per riscaldare grandi ambienti, come chiese, musei, sale ricevimento, ecc., si ricorre a sistemi ad aria che però presentano alcuni inconvenienti: necessità di spazi (locale tecnico dove posizionare la centrale termica, batterie di scambio termico, condotte per il trasporto dell’aria calda), perdite di efficienza dovute ai rendimenti dei generatori e al trasporto e, da ultimo, il verificarsi del fenomeno della stratificazione termica, per il quale l’aria calda, più leggera, tende a posizionarsi verso l’alto … cioè dove non c’è necessità di riscaldare.

La soluzione ideale per ovviare a questi svantaggi, che portano a un maggior consumo di energia e quindi a un aumento dei costi di gestione, sarebbe l’impiego del sistema di riscaldamento radiante a pavimento, ma in alcuni casi l’installazione di questi impianti non è possibile. Per esempio, i pavimenti di pregio che si possono trovare in alcune chiese non possono essere rimossi senza il rischio di rovinarli irrimediabilmente.
In questo articolo presentiamo dunque l’interessante soluzione proposta da Thermal Technology, che sfrutta il fenomeno dell’irraggiamento. Il sistema utilizza la Fibra di Carbonio, che supporta tutta la produzione dei sistemi elettrici riscaldanti della tecnologia Genius Carbon dell’azienda trevigiana.

Le pedane riscaldanti
Il sistema si basa su pedane riscaldanti, il cui “cuore” è un materassino in Fibra di Carbonio. Si creano delle zone di comfort localizzate solo dove necessario (lungo i percorsi di visita di un museo, nella zona di seduta dei fedeli di una chiesa, ecc.) e per il tempo e con la temperatura desiderate. Questo tipo di pedane non richiedono un’installazione complessa e il risparmio energetico è garantito, oltre che dalle caratteristiche peculiari delle Fibre di Carbonio, anche dal fatto che la potenza installata negli impianti a pedana è inferiore rispetto ai sistemi tradizionali, in quanto l’energia termica viene prodotta direttamente sul posto e non da centrali termiche posizionate a notevole distanza con le dispersioni che ne conseguono.
Suddivise in zone, in modo da poter attivare solo quelle realmente utili, le pedane non richiedono manutenzioni, poiché prive di caldaie, pompe e circuiti idraulici.
La temperatura è regolata mediante sonde collegate a una centralina elettronica.

La stratigrafia
In opera, la pedana ha uno spessore di 18 mm, escluso il pavimento di finitura e si compone con la seguente stratigrafia

1. Pavimento in laminato
2. Lamiera zincata
3. Materassino riscaldante Genius Carbon
4. Pannello termoisolante
5. Struttura di supporto in legno
6. Canalina per passaggio fili di collegamento

Dati tecnici della pedana
– pannello multistrato 4 mm
– isolamento termico 10 mm
– materassino riscaldante Genius Carbon, potenza 220 Watt/m² (Alimentazione 230V)
– diffusore termico in lamiera di ferro zincato
– pavimento in prefinito laminato hpl classe 33
– bordi perimetrali in profilo in alluminio (anodizzato o in tinta)

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico