Riduzione contributiva in edilizia. Come si presentano le domande

L’INPS ha emanato il messaggio 12320 del 24 luglio 2012 nel quale l’Istituto nazionale di previdenza chiarisce alcuni aspetti circa la presentazione delle domande per la presentazione della comunicazione della riduzione contributiva nel settore dell’edilizia (secondo quanto stabilito dall’art. 29, d.l. 244/1995). Le domande per ottenere lo sgravio contributivo vanno presentate per modalità telematica, utilizzando il modulo Riduzione Edilizia, disponibile nella sezione Comunicazioni ON-LINE, nel Cassetto previdenziale Aziende del sito dell’INPS.

 

L’esito positivo delle domande, soggette a controllo automatizzato da parte dei sistemi informativi centrali dell’Istituto e definite entro il giorno successivo, comporterà l’aggiornamento della posizione contributiva del datore di lavoro ai fini del godimento del beneficio stesso. È stato, inoltre, comunicato che, a decorrere dal 2012, le aziende autorizzate al godimento della riduzione edilizia ex art. 29, comma 2, del d.l. n. 244/1995, verranno identificate con il codice 7N.

 

Per l’invio delle comunicazioni telematiche, sarà necessario attendere l’emanazione dell’apposito decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministero dell’economia e delle finanze, con cui verrà determinata la misura dello sgravio. A tale riguardo, l’INPS ha specificato che provvederà tempestivamente a fornire, con apposito messaggio, le opportune indicazioni in merito.

 

Sono state, infine, riportate le consuete modalità per esporre lo sgravio nel flusso Uniemens:
– il beneficio corrente va esposto con il codice causale “L206” nell’elemento -AltreACredito – di -DatiRetributivi –
– il recupero degli arretrati va esposto con il codice causale “L207”, nell’elemento -AltrePartiteACredito – di – DenunciaAziendale –

 

Fonte ANCE

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico