Restauro – Un recupero di valore

A inizio aprile sono stati presentati i lavori di restauro della Rocca dei Tempesta, nel centro storico di Noale, in Provincia di Venezia (leggi articolo). L’impresa che ha condotto l’intervento sotto la supervisione del progettista, architetto Valle, è stata la Mark Color di Castelminio di Resana (TV).

A fare gli onori di casa, durante l’evento, sono stati il sindaco Carlo Zalunardo e l’assessore ai lavori pubblici Domenico Felice dai quali abbiamo raccolto alcune riflessioni sul valore del recupero di un patrimonio architettonico importantissimo non solo per la città veneziana ma per tutto il Veneto

Domanda. Il recupero della Rocca dei Tempesta cosa rappresenta per la città?
Risposta. Il progetto di restauro della Rocca, rappresenta uno degli elementi qualificanti di questa amministrazione, sia per il valore storico-culturale che questo monumento rappresenta per i noalesi, sia per la valenza di salvaguardia del patrimonio architettonico della città.

Domanda. Sono previste altre azioni in questa direzione?
Risposta. Intendiamo dare seguito ad altre iniziative del genere, come la ripresa del progetto per il riuso della Rocca stessa sia per finalità culturali e di spettacolo, ma anche didattiche e di fruizione collettiva per la cittadinanza. Seguirà poi il restauro della Torre dell’Orologio e la sistemazione della piazza. Questo, in prospettiva, dovrebbe valorizzare e far rivivere , anche da un punto di vista turistico, il centro storico di Noale

Domanda. Quali risorse sono state utilizzate per portare a termine il progetto?
Risposta. Questo risultato è stato reso possibile grazie ai fondi messi a disposizione dalla Regione Veneto per le Città Murate, anche se le limitazioni di spesa dovute al patto di stabilità, di fatto, bloccano molti progetti che potrebbero essere già cantierati. Ora speriamo di procedere con il recupero della Torre dell’Orologio, stante la situazione di gravità e urgenza che si è posta

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico