Restauro e recupero di immobili storici. Gli interventi di Rubner Porte a Brunico e Bolzano

Nell’ambito di alcuni interventi di restauro conservativo e recupero di monumenti storici, si inserisce l’intervento di Rubner Porte. L’azienda altoatesina, affermata come specialista nella realizzazione di pregiate porte d’ingresso e da interni in legno su misura, è stata coinvolta sia per la ristrutturazione del Monastero delle Orsoline a Brunico, sia per il restauro della residenza signorile Hebenstreith a Teodone, in Provincia di Bolzano.

Monastero delle Orsoline a Brunico
L’antico Monastero delle Orsoline vanta 265 anni di storia. La sua costruzione iniziò nel 1741 e quattro anni dopo fu inaugurato come monastero, scuola, centro di formazione e collegio femminile.
Nel 2008 è iniziata un’importante ristrutturazione con l’obiettivo di donare ad un palazzo sotto tutela monumentale spazi interni moderni in tempi molto brevi.
A Rubner Porte sono stati assegnati i lavori relativi alle porte, alle pareti divisorie e ai lucernari. In tutto sono state fornite e montate 45 porte, in gran parte con protezione acustica e antincendio del tipo EI60 ed EI120.
Tutte le porte, in legno di olmo, sono state realizzate ‘su misura’ secondo le indicazioni di dettaglio del progettista adattandole ai muri spessi fino a 60 centimetri. Particolare l’installazione elettrica integrata nel telaio.

La residenza signorile Hebenstreith a Teodone (Bolzano)
La struttura è un gioiello particolarmente prezioso tra gli edifici storici nei pressi di Brunico. Eretto nel 1642 dalla famiglia Hebenstreith come palazzina di caccia è passato nelle mani della famiglia Niederkofler nel 1957.
Tra il 2006 e il 2010, il proprietario e abitante del palazzo Dietmar Niederkofler si è occupato della dispendiosa ristrutturazione delle preziose strutture.
In collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali è stato possibile riportare il palazzo storico al suo pieno fulgore sotto la guida dell’esperto architetto Meinrad Gozzi e nel pieno rispetto dei vincoli struttural.
A Rubner Porte sono stati assegnati i lavori relativi alle porte e ai portoncini. Le porte interne sono state realizzate in legno di cirmolo copiando i modelli storici e adattandoli al tavolato già esistente.
Tutte le porte sono state realizzate ‘su misura’ su sagoma come porte ad arco a sesto pieno o a sesto ribassato.

Alcune delle porte esistenti sono state dotate di rivestimenti secondo le indicazioni della direzione lavori e sempre in collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali. La ristrutturazione dei portoni storici che si affacciano sull’esterno hanno rappresentato una sfida particolarmente difficile. Alcuni tecnici specializzati si sono incaricati di lisciviare ed incerare le superfici, di trattarle con olio di lino e di sostituire le parti marce in legno. Il montaggio dei diversi elementi delle porte, invece, è stato eseguito da personale specializzato Rubner.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico