Piattaforme aeree in cantiere: il caso della sede Diesel

È stato da poco inaugurato a Breganze, in Provincia di Vicenza, il nuovo “Diesel Village”, polo direzionale del noto marchio di abbigliamento creato da Renzo Rosso. La struttura è stata realizzata con sistemi ecocompatibili. Per l’energia, ad esempio, saranno utilizzate fonti di approvvigionamento alternative, ma anche i materiali adottati per la realizzazione della struttura, come il legno, il vetro e il rame.

Tra le soluzioni costruttive di spicco si annoverano la realizzazione di circa 15.000 metri quadri di coperture termoisolate con manto a vista, parte delle quali integrate con un impianto fotovoltaico a film sottile in silicio amorfo per un totale di 200 kWp, 14.000 metri quadri di copertura a verde pensile estensivo, e la realizzazione di apposite vasche per la raccolta e il riutilizzo delle acque piovane.

L’intervento, affidato all’impresa Carron Costruzioni Generali di San Zenone degli Ezzelini (Vicenza), ha comportato l’impiego da parte delle diverse imprese coinvolte di una importante squadra di macchine Haulotte, fornite da diversi noleggiatori coinvolti, come Ati, Desman e Sticar.

La flotta di macchine Haulotte nel cantiere Diesel ha visto all’opera scissor (Optimum 8 e Compact 8), sollevatori telescopici e grandi piattaforme articolate (leggi anche Grandi infrastrutture – Per l’A22 impiegate le piattaforme aeree a braccio articolato Haulotte)

Piattaforme e macchine: soluzioni articolate
Tra i modelli di punta della linea di piattaforme articolate diesel Haulotte, la HA 41 PX, con una altezza di lavoro massima pari a 41,5 metri, rappresenta una delle soluzioni più performanti realizzate dal costruttore francese per gli interventi ad alta quota.

Caratterizzata da una chiara vocazione verso la cantieristica edile, evidenziata dalla concezione all terrain della macchina, la piattaforma articolate HA 41 PX è dotata di quattro ruote motrici e direttrici, assale oscillante, blocco differenziale delle ruote e una altezza da terra di 38 cm, che le consente di operare agevolmente anche su terreni difficili come quelli dei siti di costruzione, superando pendenze massime fino al 40%. Il tutto mantenendo una eccellente manovrabilità, assicurata da un raggio esterno di sterzata di soli 5,1 metri, il più contenuto nella classe di appartenenza.

La 41 metri Haulotte è stata utilizzata in particolare per la realizzazione dei rivestimenti esterni del nuovo polo Diesel, sfruttando lo sbraccio soprattutto nella zona interna tra i copri di fabbrica, permettendo agli operatori di accedere in quota scavalcando le imponenti strutture provvisionali poste in opera dall’impresa.

La piattaforma articolata HA 20 PX è stata utilizzata per l’accesso in quota degli operatori impegnati nel posizionamento del rivestimento metallico. La HA 20 PX si caratterizza per la sua capacità di offrire un’accessibilità ottimale grazie al movimento verticale positivo e negativo del jib di  140° (-70/+70°).

Il contenuto raggio di curvatura (soli 3,9 m) unitamente alle quattro ruote motrici e sterzanti garantisce una buona manovrabilità, mentre il blocco idraulico del differenziale e l’altezza da terra di 42 cm ne permettono l’utilizzo su ogni tipo di terreno. La HA 20 PX possiede comandi proporzionali e simultanei, e presenta una portata massima del cestello di 230 kg con limitatore di carico sul cestello, inclinometro automatico e sistema per discesa d’emergenza. Le caratteristiche della HA 20 PX hanno permesso di soddisfare pienamente le esigenze dell’impresa applicatrice, in particolare grazie alla possibilità di eseguire tre movimenti proporzionali e simultanei e a uno sbraccio laterale massimo a 13,50 m. Robusta, affidabile e di facile manutenzione la HA 20 PX, grazie alla possibilità di ripiegare completamente il braccio, può inoltre essere facilmente stoccata e trasportata in ogni cantiere.

Tutte le piattaforme impiegate hanno la rotazione continua della torretta di 360° e la possibilità di  movimento verticale positivo e negativo del jib.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico