Pale gommate Komatsu per industria e riciclo rifiuti

Komatsu ha di recente presentato una serie di speciali pale gommate in grado di rispondere alla necessità espressa da alcuni importanti settori dell’industria: quella di disporre di macchine con allestimenti particolari, mirati alle diverse tipologie del lavoro da svolgere.

 

A Andrea Pavan, Marketing Manager Komatsu, abbiamo domandato d’illustrarci qual è, esattamente, la proposta Komatsu per l’industria.

 

“Sono molteplici le applicazioni industriali per le quali l’azienda ha studiato pale gommate con allestimenti ad hoc – esordisce Andrea Pavan: abbiamo creato modelli appositi per il riciclaggio, l’industria del legno, del vetro e della ceramica, per la movimentazione dei rifiuti, del truciolo e della segatura (in versione anticorrosione per lavorare i fertilizzanti e il sale), o ancora per le acciaierie. Ciò che accomuna tutte queste macchine, e che in definitiva sintetizza la filosofia della proposta Komatsu per l’industria, è la possibilità di montare una serie di allestimenti flessibili e personalizzabili in funzione delle specifiche applicazioni. Tali allestimenti – puntualizza il Marketing Manager – permettono alle pale gommate di lavorare al meglio negli ostici contesti operativi e ambientali all’interno dei quali sono attive e riducono al minimo il verificarsi di dannosi fermi-macchina”.

 

Versatili, flessibili e in grado di affrontare le diverse applicazioni con la massima dinamicità e facilità operativa, i dieci modelli di pale gommate speciali per l’industria – WA80-6, WA100M-6, WA200PZ-6, WA250PZ-6, WA320-6/WA320PZ-6, WA380-6, WA430-6, WA470-6 (LC), WA480-6 (LC) e WA500-6 – dispongono di una serie di accessori altamente specifici:
– l’attacco rapido, che consente la facile e rapida sostituzione dei diversi accessori; 
– la ventola con rotazione reversibile automatica che, dotata di inversione automatica, permette di impostare la durata dei cicli di pulizia e l’intervallo dei cicli in modo da adeguarli perfettamente alle condizioni di lavoro;
– il radiatore a maglie larghe in grado di ridurre l’intasamento e di facilitare la pulizia assicurando sempre la maggiore efficienza di raffreddamento;
– i pneumatici per impieghi gravosi, che minimizzano il rischio di forature e danneggiamenti ai fianchi e ai battistrada;
– l’alternatore sigillato e raffreddato con condotto d’aria filtrato;
– il prefiltro a turbina, che mantiene in efficienza l’aspirazione e prolunga la durata del filtro in ambienti particolarmente polverosi;
– le forche pallet, indispensabili per la movimentazione di pallet industriali e di materiale compatto; le forche da tronchi costruite in varie dimensioni;
– mirate protezioni atte a salvaguardare la vita dei componenti.

 

Queste macchine possono inoltre montare differenti benne: dalle benne di grande capacità, particolarmente adatte per la raccolta di materiale leggero in grande quantità, alle benne con trattenitore, per la raccolta di materiale voluminoso e comprimibile, ideali negli impianti di riciclaggio e compostaggio, o ancora alle benne ad alto scarico, che raggiungono una maggiore altezza di scarico rispetto alle benne tradizionali per consentire il facile deposito del materiale nei mezzi di trasporto a sponde alte.

 

Alcuni modelli sono inoltre dotati di trasmissione idrostatica, che assicura una risposta immediata consentendo un’ottima accelerazione e rapide inversioni di marcia, nonché del versatile cinematismo PZ, che consente elevate forze di strappo e di carico.

 

“Le pale gommate Komatsu per l’industria – conclude Andrea Pavan – sono tutte caratterizzate dagli evoluti motori ecot3 e garantiscono una produttività al top nonché ridotti consumi ed emissioni. Tali macchine offrono inoltre all’operatore il massimo confort in quanto montano l’innovativa cabina Space CAB: pressurizzata e filtrata, tale cabina garantisce una perfetta visibilità a 360° ed è conforme alle normative di sicurezza ROPS/FOPS. Infine, queste pale sono valorizzate dalla tecnologia Komtrax, vale a dire il sistema satellitare Komatsu grazie a cui tutti i dati relativi alla macchina sono facilmente accessibili via internet”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico