Nuove imprese, i tempi per la valutazione iniziale dei rischi

Cerchiamo di rispondere alla seguente domanda: “Dalla data dell’atto costitutivo di una nuova impresa, quanto tempo si ha a disposizione per fare la valutazione dei rischi?

L’ art. 28, comma 3-bis, del d.lgs. 81/ 2008 così recita : “In caso di costituzione di nuova impresa, il datore di lavoro è tenuto a effettuare immediatamente la valutazione dei rischi elaborando il relativo documento entro novanta giorni dalla data di inizio della propria attività”.
Come si vede, la norma impone “due tempi” per la realizzazione delle misure di  sicurezza nella “nuova” azienda.

1. Il datore di lavoro (DL) deve iniziare la “valutazione dei rischi” (ove necessario anche strumentale) “immediatamente”. Prima cioè di aver iniziato anche con una singola “attrezzatura” il percorso gestionale e produttivo. Addirittura nella fase progettuale del “primo” posto di lavoro, antecedente la installazione della “prima” attrezzatura.

2. Terminata la “valutazione dei rischi” (possibile anche nelle prime settimane, per le piccole realtà “produttive”) il DL ha 90 (novanta) giorni di tempo per elaborare il documento relativo (conteggiando i giorni a partire però sempre dalla data di realizzazione del primo posto di lavoro).

A cura di Marco Vinci

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico