Minipale Cingolate: Stabilità e Sicurezza a Servizio del Fotovoltaico

Il settore delle energie rinnovabili, in particolare quello dei sistemi fotovoltaici, sta vivendo una costante crescita numerica e tecnologica, e la sua crescente diffusione ha condotto anche a una maggiore cura verso tutti gli aspetti legati a un loro armonioso inserimento nell’ambiente. Ed è proprio un teatro naturale di eccezionale bellezza – quello delle colline prospicienti Camerino, gioiello delle Marche – ha visto le minipale JCB sfoggiare tutte le loro eccellenti qualità nel montaggio di un grande impianto fotovoltaico di potenza pari a 790 kW, distribuito su un superficie di ben due ettari.

 

L’intervento, commissionato da Energy Resources (azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di sistemi fotovoltaici, geotermici, eolici e a biomasse per l’industria e la pubblica amministrazione) e affidato alla divisione Energie Rinnovabili del Gruppo Testella di Montecosaro (MC), presentava una serie di complessità legate sia all’inserimento dell’impianto – 7.600 pannelli collocati su 1.400 pali di sostegno – in un contesto paesaggistico di notevole valore, sia alla materiale esecuzione delle operazioni necessarie alla sua realizzazione. Come ci racconta il titolare dell’impresa, Andrea Testella, «alle problematiche legate all’impatto ambientale su un’area di queste caratteristiche, affrontate con successo in fase di progetto, si affiancavano quelle poste dalle fasi di installazione delle strutture di supporto e dal montaggio dei pannelli, che dovevano avere luogo su terreno in pendenza e cedevole, e in cui l’utilizzo di macchine operatrici tradizionali risultava di conseguenza difficile. Dopo avere vagliato alcune alternative ci siamo rivolti alla Edimac, concessionaria JCB, che ci ha consigliato per la gestione di tali fasi l’impiego di una minipala cingolata JCB, macchina le cui caratteristiche risultavano particolarmente adatte all’utilizzo in questo contesto, così come per altri cantieri in cui la stiamo utilizzando».

 

A colpire gli utilizzatori nel contesto di questo cantiere sono state in particolare le doti di “galleggiamento” evidenziate della minipala cingolata – nel caso specifico una JCB Robot 190T -, che hanno permesso di operare con successo su terreni cedevoli anche in condizioni meteorologiche avverse (specialmente su terreno fangoso), e la possibilità di accesso laterale alla cabina, che hanno agevolato notevolmente l’esecuzione delle operazioni di montaggio. Come conferma Andrea Testella, «la minipala cingolata JCB ha dimostrato di essere veramente un mezzo unico nel montaggio dei pannelli fotovoltaici. In genere, infatti, questi ultimi vengono posizionati sulle forche della macchina per poi procedere al loro assemblaggio; ma mentre le minipale cingolate convenzionali costringono l’operatore a rimanere permanentemente in cabina in quanto l’ingresso frontale della macchina è ostruito dai pannelli, nel caso dei modelli JCB la presenza della porta di accesso laterale gli permette di uscire e contribuire alle fasi di montaggio. Il tutto in condizioni di massima sicurezza, anche quando il braccio della minipala è sollevato e a pieno carico. Un altro grande vantaggio offerto dalle minipale cingolate è l’eccellente galleggiabilità e aderenza offerte dai cingoli, che ci hanno permesso di lavorare con efficacia indipendentemente dalle condizioni del terreno, velocizzando notevolmente i tempi di lavoro». L’intervento, che ha avuto inizio nel mese di maggio, grazie all’impiego della minipala cingolata JCB è stato infatti portato a termine con grande rapidità, consentendone la messa in esercizio nei tempi previsti. 

 

Le eccellenti doti di  galleggiamento, versatilità, funzionalità e sicurezza evidenziate dalla macchina in questo intervento contraddistinguono l’intera offerta di minipale JCB. Caratteristiche oggi maggiormente esaltate con l’introduzione della nuova generazione di minipale JCB Eco, e in particolare la nuovissima JCB Eco 225T che dal gennaio 2012 sostituirà il modello Robot 190T visto all’opera a Camerino. I nuovi modelli di minipale cingolate e gommate JCB della serie Eco implementano infatti una serie di soluzioni progettuali e costruttive comuni a tutte le macchine della gamma, prima fra tutte la conferma dell’esclusivo design “PowerBoom” di JCB, il solo costruttore che utilizza un solo braccio in sostituzione del tradizionale sistema a due bracci delle minipale convenzionali. I modelli JCB offrono quindi la possibilità di accedere lateralmente alla cabina, e non necessitano della presenza della traversa di rinforzo sul retro della macchina; di conseguenza gli operatori possono godere di una visuale posteriore senza ostacoli e di una visibilità complessiva quasi a 360 gradi che assicura una sicurezza in cantiere e una tranquillità dell’operatore senza eguali.

 

Per migliorare ulteriormente la visibilità, inoltre, JCB ha eliminato la griglia di protezione sul lato destro della cabina, sostituendola con vetro laminato. Come tutte le macchine della nuova generazione, la minipala JCB Eco 225T può contare su una porta di accesso più ampia e una cabina più spaziosa del 17% rispetto ai precedenti modelli. JCB ha introdotto anche i comandi con joystick multifunzione e un sedile opzionale riscaldabile con sospensione pneumatica, braccioli regolabili, rendendo le minipale JCB straordinariamente comode da usare. I quadri comandi ridisegnati sono stati spostati dalla console inferiore ai pannelli previsti sulla parte superiore della cabina in modo da essere così all’altezza degli occhi dell’operatore. Gli operatori beneficiano inoltre di una cabina più silenziosa con bassissimi livelli di rumorosità di 76 dBa, per un miglioramento dell’85%.

 

Eccellente anche la versatilità, assicurata da un attacco meccanico universale di serie e un Quickhitch idraulico opzionale. Il sollevamento parallelo e 2 velocità di trasferimento facilitano le manovre in cantiere e consentono di svolgere più lavori in meno tempo; inoltre con l’introduzione del sistema antibeccheggio (SRS) opzionale trasportare i materiali su terreni irregolari è ancora più facile.

 

I vantaggi della minipala cingolata nel montaggio di impianti fotovoltaici
– Ottima “galleggiabilità”
– Eccellente trazione e stabilità
– Accesso laterale alla cabina
– Possibilità di ingresso/uscita dalla macchina anche a benna/forca carica
– Possibilità di operare in sicurezza all’esterno della macchina anche a braccio sollevato

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *