Logistica – Piattaforme aeree nel porto di Napoli

Il porto di Napoli è uno degli scali marittimi più importanti della penisola italiana: occupa l’insenatura naturale più a nord del Golfo di Napoli e si estende per alcuni chilometri dal centro della città verso la sua parte orientale. Primo in assoluto per numero di passeggeri totali, è il secondo in Italia dopo il porto di Civitavecchia per numero di croceristi insieme con quello di Venezia e tra i maggiori come traffico merci, con oltre 20 milioni di tonnellate di merci e circa 500.000 container, secondo solo al porto di Hong Kong.

È facile immaginare quale sia la complessità dell’organizzazione, anche a livello di mezzi e attrezzature, che caratterizzano un sito del genere. Le gestione delle attività è affidata dall’Autorità Portuale alla Co.Na.Te.Co (Consorzio Napoletano Terminal Container), che svolge l’attività terminalistica nel Porto di Napoli con gestione dell’intero ciclo operativo dei container. Parliamo di movimentazione di container, eseguita tramite un numero consistente di gru e reachstacker, e costanti interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che richiede una struttura di queste dimensioni. A supporto di quest’attività vengono noleggiate piattaforme aeree che, per via della peculiarità degli interventi, devono assicurare prestazioni operative di assoluto valore.

«La piattaforma aerea semovente HA 41 PX è il mezzo maggiormente utilizzato all’interno del porto – sottolinea l’ingegner Luigi Coscione, responsabile Settore Tecnico di Co.Na.Te.Co -, per via della sua versatilità d’uso, della manovrabilità, della sicurezza garantita agli operatori, dell’altezza massima raggiungibile di 41 metri e dello sbraccio laterale di 19,20 metri».
La HA 41 PX ha dimostrato nel porto di Napoli la sua versatilità d’uso confermandosi, anche grazie alla sua controllabilità e versatilità, come uno dei prodotti di punta dell’offerta Haulotte.

Le caratteristiche della piattaforma
La Haulotte HA 421 PX è  una piattaforma articolata diesel da 41 metri particolarmente versatile, appositamente progettata per lavori a grandi altezze, con punto di articolazione a 16,50 metri e sbraccio laterale di 19,20 metri. I valori aggiunti offerti in interventi di manutenzione come quelli presi qui in considerazione sono essenzialmente: la sicurezza; la maneggevolezza e precisione; la motricità e compattezza; la produttività.
La sicurezza è assicurata da una gestione ottimale e continua dei movimenti, dal controllo della portata sul cestello, dall’inclinazione di lavoro possibile fino a 4° in tutte le posizioni, dalla compensazione idraulica della posizione del cestello e dalla gestione della stabilità in tutte le posizioni, mentre maneggevolezza e precisione sono garantite dai comandi proporzionali e simultanei. Le quattro ruote motrici auto-direzionali a comando simultaneo, gli assali oscillanti ed estensibili, l’altezza da terra e la compattezza permettono invece alla piattaforma l’accesso ai cantieri più difficili.

Con l’HA 41 PX – dotata di motore diesel Perkins – è possibile raggiungere l’altezza massima di 41 metri, mentre l’altezza del punto d’articolazione permette di sormontare tutti gli ostacoli. La concezione del sistema d’articolazione dello sfilo permette invece di tornare a terra senza utilizzare il braccio. La piattaforma HA 41 PX è conforme alle più recenti norme antinfortunistiche europee (label CE, EN 280) e internazionali (ANSI, CSA, AS).

Caratteristiche tecniche Haulotte HA41PX
Peso: 23.100 kg
Altezza di lavoro: 41,5 m
Altezza piano calpestio: 39,5 m
Portata massima cestello: 230 kg
Dimensioni cestello: 2,44 x 0,8 m
Sbraccio laterale massimo: 19,80 m
Punto de articolazione: 17,75 m
Altezza a riposo: 3,00 m
Larghezza fuori tutto: 2,53 m
Lunghezza fuori tutto: 12,60 m
Pendenza massima superabile: 40%

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico