Le Otto Regole d’Oro Salva-Vita per chi lavora in edilizia

La sicurezza sul lavoro non è qualcosa di complesso, difficile o che fa perdere del tempo. Lavorare in condizioni sicure, soprattutto nel settore delle costruzioni, è prima di tutto la migliore garanzia di tornare a casa alla fine della giornata lavorativa … e non è una cosa da poco.

Di questo concetto basilare ne siamo consapevoli tutti, ma la Suva (istituto svizzero per l’assicurazione e la prevenzione degli infortuni) ha voluto regalarci un documento che, in otto semplici regole, fornisce a operatori e preposti una guida facilissima da utilizzare per non morire sul cantiere.
Il documento che segnaliamo è un mirabile compromesso tra semplicità e indicazioni operative che chiunque lavori in un cantiere può comprendere e mettere in pratica. Per lavorare sicuri non occorre, infatti, essere ingegneri, architetti o esperti: basta solo un po’ di buon senso e amore per sé stessi e per gli altri.

Le Otto Regole
Il documento propone le otto regole. Per ciascuna di essa vi sono dedicate tre pagine: nella prima viene enunciata la Regola d’Oro, nella seconda vengono proposti dei semplici consigli tecnici e dei suggerimenti a lavoratori e preposti, nella terza è fornito un semplicissimo registro per non dimenticarsi di “fare le cose”.

Regola 1
Mettiamo in sicurezza le aperture nel vuoto a partire da un’altezza di caduta di 2 m.

Regola 2
Mettiamo in sicurezza le aperture nel pavimento con coperture resistenti alla rottura.

Regola 3
Manovriamo le gru secondo le regole e imbrachiamo i carichi in modo sicuro.

Regola 4
A partire da un’altezza di caduta di 3 m montiamo il ponteggio per facciate.

Regola 5
Controlliamo i ponteggi ogni giorno.

Regola 6
Realizziamo accessi sicuri a tutti i posti di lavoro.

Regola 7
Utilizziamo i dispositivi di protezione individuale.

Regola 8
Mettiamo in sicurezza gli scavi a partire da una profondità minima di 1,5 m.

Le Otto Regole d’Oro Salva-Vita per chi lavora in edilizia

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico