Le benne frantoio MB attraversano l’India

L’India, uno dei più vivaci Paesi in via di sviluppo, è da tempo al centro dell’interesse delle imprese italiane per le opportunità che presenta. La presenza di infrastrutture, che consenta il rapido collegamento tra le varie aree del Paese, diventa pertanto una necessità. In questo ambito MB spa, leader mondiale nella produzione e vendita di benne frantoio, ha fornito le proprie attrezzature per la costruzione della prima autostrada sulla linea Hyderabad-Bangalore

L’azienda di Breganze (Vicenza) crede molto in questo progetto, che consentirà una svolta positiva per l’India che progredirà sia dal punto di vista commerciale che economico, il tutto nel rispetto per l’ambiente, tematica molto importante nella filosofia della MB spa (in fase di certificazione ISO 14001). Non a caso le sue benne funzionano sfruttando l’impianto idraulico degli escavatori su cui vengono montate e, a differenza dei frantoi tradizionali, consentono una notevole riduzione dei costi di trasporto e di smaltimento dei rifiuti permettendo così il riciclaggio del materiale inerte.

L’infrastruttura
L’autostrada si svilupperà per circa 600 km con tre corsie per senso di marcia e rappresenterà un importante cambiamento per l’India che potrà beneficiare di un rapido e maggior flusso della rete comunicativa, dei trasporti e del commercio che sino ad oggi si è svolto principalmente per via marittima.

Per la costruzione dell’autostrada si è scelto di utilizzare la benna BF120.4 che permetterà la creazione dello stabilizzato da fondo ogni 50 km. La peculiare caratteristica della BF120.4, è quella di essere l’unica attrezzatura in grado di rimpicciolire il granito già frantumato da 20 a 4 cm.

Come dichiara Guido Azzolin, amministratore delegato MB spa: “Siamo molto ottimisti sulla riuscita della linea autostradale che collegherà Hyderabad a Bangalore, le città sono entusiaste di poter provare le nostre benne, costruite completamente in Italia, altamente tecnologiche di produzione italiana e riuscire ad ottenere una nuova linea di comunicazione che, siamo certi, verrà apprezzata dal paese indiano”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico