JCB: prodotta ieri la terna numero 500.000

La prima terna fu prodotta a Rocester, in Inghilterra, nel 1953. Denominata Mark One, fu la prima macchina da cantiere ad offrire una straordinaria serie di funzioni idrauliche.

 

Nel primo anno di produzione, nel 1954, furono costruite appena 35 macchine e ci vollero oltre vent’anni per raggiungere le prime 50.000 unità. Oggi le linee di produzione dell’azienda producono una terna JCB ogni tre minuti. La terna, nonostante i suoi anni, rimane al quarto posto nella classifica delle tipologie di macchine da cantiere più vendute.

 

Ieri, il presidente JCB Sir Anthony Bamford ha festeggiato la 500.000a unità prodotta presso la sede internazionale insieme a centinaia di dipendenti. Sir Anthony Bamford ha dichiarato: Quando mio padre lanciò questa macchina, ormai moltissimi anni fa, non avremmo mai potuto immaginare il successo che avrebbe riscosso e come sarebbe stata in grado di svolgere lavori che fino ad allora venivano effettuati manualmente. La terna è la macchina da cantiere più versatile al mondo ed è questo che ne assicura il successo, destinato a rimanere tale anche in futuro

 

JCB da sempre investe fortemente nella sua gamma di terne ed un passo fondamentale fu il lancio, nel 1980, del modello 3CX, all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, frutto di un investimento di ben 24 milioni di sterline. Passando rapidamente ai giorni nostri, i clienti possono sfruttare i vantaggi in termini di minori consumi di carburante offerti dal lancio delle terne JCB alimentate dal motore JCB Ecomax, uno sviluppo che consentirà loro di ridurre fino all’11% i costi del carburante.

 

La 500.000a terna JCB è un modello 5CX, la più potente terna JCB mai prodotta disponibile sul mercato. È anche il modello JCB più produttivo ed è in grado di movimentare 344 tonnellate di terra all’ora o di effettuare 196 carichi al giorno. Questo risultato sta già fornendo a JCB un prezioso contributo, con la cinquecentomillesima macchina destinata ad un cliente russo, uno dei mercati più importanti.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico