JCB festeggia il 65° anniversario in un anno di forte crescita

JCB ha festeggiato il suo 65° anniversario insieme alle migliaia di dipendenti del gruppo sparsi in tutto il mondo. I festeggiamenti hanno avuto luogo il 21 giugno, in concomitanza con il 95° anniversario della nascita del fondatore di JCB, Joseph Cyril Bamford. Il traguardo ha coinciso con una forte ripresa di JCB dalla profonda crisi attraversata dall’industria delle macchine per le costruzioni in tutto il mondo.

Le vendite JCB nel 2010 sono aumentate del 48% raggiungendo un fatturato di 2 miliardi di sterline (2.3 miliardi di Euro) e 51.600 macchine vendute contro 1.35 miliardi di sterline (1.55 miliardi di Euro) e 36.000 macchine del 2009.

Il presidente JCB Sir Anthony Bamford ha dichiarato: In 65 anni siamo passati da una realtà costruita da un singolo uomo in un garage in Inghilterra, a un grande marchio globale conosciuto in tutto il mondo per il suo spirito pionieristico. Tutto questo è merito della nostra gente. JCB è alle  soglie di successi ancora più grandi, e saranno i nostri dipendenti coloro che contribuiranno a costruire il nostro futuro”.

Sir Anthony Bamford ha aggiunto: “Abbiamo iniziato il 2010 con un cauto ottimismo sulle prospettive di vendita, e sono felice che questa fiducia sia stata premiata con un risultato decisamente importante. Il ritmo e l’entità del recupero è stato variabile da mercato a mercato. La crescita è stata più forte nei paesi del “Bric” (Brasile, Russia, India, Cina) e in altre economie emergenti, ma alcuni mercati consolidati, in particolare il Regno Unito e Germania, hanno evidenziato performance soddisfacenti”.
“Anche il 2011 è iniziato in maniera positiva per il gruppo JCB, ma siamo anche consapevoli delle criticità economiche che potrebbe ostacolare la ripresa. Continueremo a investire nei nostri impianti di produzione, in particolare quest’anno in India e Brasile e, naturalmente, in nuovi prodotti, con 13 nuove macchine lanciate finora nel 2011”.

Nel 2011 JCB investirà più di 20 milioni di sterline (23 milioni di euro) per modernizzare e aumentare la capacità produttiva dei suoi 11 stabilimenti nel Regno Unito. La società sta anche investendo in una nuova fabbrica di 350.000 metri quadrati a San Paolo, in Brasile, dedicata alla produzione di terne ed escavatori cingolati. L’impianto diventerà operativo all’inizio del 2012. La società ha anche aperto uno stabilimento per la produzione di motori in India.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico