Isolcupolex: il primo vespaio aerato con isolamento incorporato

Una importante innovazione per il settore delle costruzioni: si tratta del primo vespaio aerato con coibentazione incorporata in grado di fornire isolamento anche alle fondazioni, assicurando un miglioramento delle prestazioni termiche e portando cospicui vantaggi da un punto di vista non solo progettuale ma anche prestazionale, economico ed ambientale. Si chiama Isolcupolex ed è il nuovo brevetto lanciato sul mercato da  Pontarolo Engineering, azienda specializzata in ricerca industriale e sviluppo di sistemi e tecnologie per l’edilizia.

 

È ormai di lapalissiana evidenza il fatto che un corretto posizionamento della massa termica possieda un effetto particolarmente positivo sulle condizioni di benessere, sui consumi sia invernali che estivi nonché sulla salubrità ambientale (evitandosi in tal modo la formazione di ogni genere di condensa interstiziale).

 

Gli studi che l’ufficio progettazione e ricerca Pontarolo ha effettuato assieme al severissimo Centro di Fisica Edile TBZ (il più importante ente certificatore esperto in edilizia sostenibile in Italia) illustrano una tipologia di stratigrafia ottimizzata in questo modo: l’isolamento in EPS è posizionato verso il basso, cioè verso la parte fredda appena sopra le Isolcupole in plastica le quali impediscono la risalita dell’umidità e dei gas nocivi come il pericoloso Gas Radon molto diffuso nel territorio italiano. La struttura di calcestruzzo, ad alta inerzia termica, si trova, invece, al di sopra dello strato coibentato, verso la parte calda.

 

Questa massa posta sopra l’isolamento funge da vero e proprio volano termico sia d’inverno ma ancor più nel periodo estivo poiché mantiene ottimale la temperatura media radiante e procura una sensazione piacevole di freschezza qualitativamente migliore rispetto a quella ottenuta con il solo raffrescamento dell’aria condizionata.

 

Al contrario, durante il periodo invernale la massa consente di accumulare calore senza disperderlo, per poi restituirlo gradualmente una volta che la fonte di calore principale è venuta meno. Tutto  ciò sfruttando sempre lo stesso principio del cappotto termico in cui l’isolamento viene posizionato verso la parte più fredda ed esterna all’edificio. Questa caratteristica e la capacità d’isolamento mantengono pressoché costante la temperatura all’interno degli ambienti riducendo i fastidiosi picchi termici.

 

Il nuovo sistema Isolcupolex presenta ovviamente anche il vantaggio di isolare le fondazioni. Ma il carattere innovativo e peculiare di questo prodotto è quello di possedere, rispetto al vespaio tradizionale, uno spessore totale del pacchetto ridotto (meno metri cubi) e una conseguente importante riduzione dei costi: il tutto grazie ad un sistema che si compone di elementi leggeri e maneggevoli.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico