Isolamento termico in copertura. Soluzioni con pannelli in XPS

Styrodur® C è il pannello termoisolante in polistirene espanso estruso della BASF, distribuito in Italia da Ambrotecno Italia. Il pannello si distingue per ottime proprietà termoisolanti, basso assorbimento d’acqua e alta resistenza a compressione. È ecocompatibile, mantiene nel tempo le sue caratteristiche tecniche e meccaniche ed è duttile alla lavorazione in cantiere. Styrodur® C viene prodotto secondo i requisiti della norma europea UNI EN 13164 e, per il suo comportamento in caso di incendio, è inserito nella classe europea E secondo UNI EN 13501-1.

Garantito dal marchio di eco-efficienza del TUV, è un materiale atossico, non contiene CFC, HCFC, HFC e soddisfa tutti i requisiti per isolare in modo eco-sostenibile. In particolare si segnala la bassa remissività delle sostanze isolanti (riduzione di 6 tonnellate di CO2 ogni anno per abitazione) e il risparmio energetico è stimabile in circa 2.000 litri di combustibile per abitazione all’anno.

Utilizzo in copertura
Styrodur® C è l’estruso che associa alta resistenza a compressione (a rottura e per carico permanente) con il minor assorbimento d’acqua per immersione completa a 28 giorni (0,2% in volume). In un materiale che assorbe acqua (si tenga presente che un assorbimento dell’ 1% al m3 equivale a circa 10 l di acqua in un volume di 1 m3, e a circa 1 l per 10 cm di spessore e m2 di superficie) si assiste a un aumento di peso e soprattutto a un peggioramento della capacità isolante, poiché l’acqua sostituisce l’aria all’interno della struttura cellulare del materiale. Il peggioramento della capacità isolante è quantificabile in circa il 2-3% per ogni percentuale di acqua contenuta nel materiale.
Il basso tasso di assorbimento idrico è dovuto all’alta percentuale di celle chiuse: più alto è tale valore, meno celle sono comunicanti con gli interstizi, minore è il volume a disposizione per l’assorbimento d’acqua.

Grazie a tali caratteristiche questo pannello C può essere applicato anche a tetto rovescio verde.  I vantaggi dell’applicazione a tetto rovescio verde rispetto all’applicazione a tetto caldo (ossia con la guaina all’estradosso) sono molteplici. L’isolamento termico protegge in ogni momento l’impermeabilizzazione del tetto, resistente alla penetrazione delle radici, dalle sollecitazioni termiche. In particolare durante la fase di costruzione, il sistema isolante offre una protezione affidabile contro le azioni meccaniche che danneggiano rapidamente l’impermeabilizzazione e la guaina antiradici. Anche durante la fase di utilizzo lo spesso strato isolante ricopre come una guaina protettiva l’impermeabilizzazione del tetto preservandola anche quando si utilizza un rastrello o altri attrezzi per gli interventi di rinverdimento.

Esempio di applicazione: un tetto a terrazza rinverdito e calpestabile
In questo tipo di tetto sopra all’isolamento termico in Styrodur C si trova un telo in tessuto non tessuto sopra al quale è posizionato uno strato drenante. Questo strato drenante devia l’acqua piovana in eccesso e fornisce alle lastre in espanso estruso un manto permeabile nella parte superiore. Sopra allo strato drenante di ghiaia è possibile variare a piacere l’altra struttura. Su parte del tetto può essere costruita una vasca per l’acqua con fogli saldati. Altre zone possono essere dotate di un rivestimento per terrazze su un sottofondo di sabbia con telo filtrante in tessuto non tessuto o di telo filtrante e substrato vegetale per il rinverdimento del tetto.

Styrodur® C in copertura piana, dati tecnici

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico