Isolamento acustico – Scarichi insonorizzati per Casakyoto

A poco più di due mesi dall’inaugurazione di Casakyoto, avvenuta il 16 febbraio 2009, presentiamo una breve relazione sui lavori di isolamento acustico relativi all’impianto di scarico dell’edificio.

Casakyoto è sostanzialmente un prototipo, la dimostrazione concreta che oggi, anche in un intervento di ristrutturazione, è possibile realizzare un’abitazione confortevole a basso impatto ambientale. Il progetto Casakyoto è una brillante idea lanciata da Sergio Mammi (presidente di ANIT associazione italiana per l’isolamento termico ed acustico) recentemente scomparso e poi portata a compimento dai suoi collaboratori. L’obiettivo è stato quello di trasformare un edificio dalla classe energetica G alla classe A, eliminando ogni qualsiasi possibilità di emissione di anidride carbonica.

Nel progetto sono state coinvolte 12 aziende, che rispondessero a requisiti di qualità e affidabilità nell’offrire soluzioni tecnologiche già presenti sul mercato. In particolare,
Bampi ha assunto un ruolo di rilievo nell’ambito dell’isolamento acustico, fornendo la propria competenza in materia di scarichi insonorizzati.
Nell’edificio di Gavirate sono stati installati i sistemi di scarico insonorizzato POLO-KAL 3S (foto 1) e POLO-KAL NG (foto 2), insieme alle cassette WC silenziose ad incasso ANDROMEDA (foto 10), valvole e sifoni ventilati STUDOR e tutte le tubazioni e i raccordi per gli allacci idricosanitari in PEX/AL/PEX.
Nell’impianto di scarico sono state adottate attenzioni nell’installazione per evitare ogni possibile ponte acustico, utilizzando prodotti appropriati come la guaina antivibrazione FONOdBAM (foto 3) (per il disaccoppiamento delle tubazioni da solai e passaggi delicati a contatto con le strutture), e i collari insonorizzati POLO-CLIP HS (foto 4) per il fissaggio delle tubazioni alle pareti.

Interessante la soluzione adottata per la ventilazione della colonna di scarico come previsto dalla UNI 12056-2, impiegando una valvola di aerazione che ha permesso di evitare la perforazione del tetto e quindi di eliminare ogni dispersione termica (foto 5 – 6). Per quanto riguarda gli scarichi WC sono state impiegate delle cassette WC montate su telai metallici per l’installazione di sanitari sospesi (foto 9), in grado di ridurre notevolmente la rumorosità di carico. Queste cassette montano l’esclusivo galleggiante MAGNETIC (foto 8) a funzionamento magnetico, appositamente studiato e realizzato per ridurre il rumore d’ingresso in pressione dell’acqua nella cassetta.
Un altro è stato quello del controllo della ventilazione della colonna di scarico. Invece di perforare la copertura (andando così a incidere sulla coibentazione del tetto e creando una dispersione termica), è stata impiegata una valvola di aerazione MAXI-VENT, in grado di fornire una capacità di 32 l/s e installabile anche in un cavedio. Questa soluzione ha permesso di mantenere il tetto integro. L’edificio potrà essere visitato da tecnici, operatori di settore e privati, oltre ad essere utilizzato come sede laboratorio per attività di formazione tecnica sull’impiego delle soluzioni proposte dai partner del progetto Casakyoto.

Benefici ambientali
La riqualificazione e l’applicazione delle 10 mosse Casakyoto, oltre a un risparmio energetico annuo di 207 kWh/m²anno (rispetto ai consumi prima della riqualificazione), consente di raggiungere un beneficio non quantificabile, ma evidente, ovvero la totale assenza di emissioni, dovuti alla combustione di gas per usi domestici e di riscaldamento, dato che tutti gli impianti sono alimentati elettricamente.

Scheda tecnica
Nome dell’opera: Casakyoto a Gavirate (VA)
Anno:  inaugurata il 16 febbraio 2009 in occasione del 4° anniversario dell’entrata in vigore del protocollo di Kyoto
Progettista e committente: Studio TEP srl – Milano – 02 40070208 – www.casakyoto.eu
Realizzazione
Inizio lavori: novembre 2007 – fine lavori di riqualificazione energetica: dicembre 2008

Riconoscimenti

Nel 2008 il progetto Casakyoto ha ottenuto da Legambiente il “Premio per l’innovazione amica dell’ambiente”.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico