Impermeabilizzazione delle coperture. I test sulle membrane per l’edilizia DuPont Tyvek

Una membrana per edilizia dovrebbe svolgere il suo ruolo fondamentale nel momento dell’installazione e dovrebbe mantenere le prestazioni nel lungo termine, anche dopo essere stata esposta ad agenti e condizioni degradanti.

Un programma completo di test sulla resistenza all’invecchiamento, commissionato da DuPont Building Innovations a “SP Technical Research Institute of Sweden (Chemistry and Materials Technology – Polymer technology division)” – Istituto svedese per le ricerche tecniche (tecnologia della chimica e dei materiali – divisione tecnologie dei polimeri) – ha dimostrato l’affidabilità di DuPont™ Tyvek® in un aspetto critico della funzione protettiva delle membrane per tetti.

I risultati dei test dimostrano che anche dopo una forte esposizione a raggi UV-A e calore, l’impermeabilità all’acqua (prestazione che evita la penetrazione dell’acqua all’interno della struttura dell’edificio e all’interno della casa attraverso il tetto) di diversi tipi di membrane traspiranti DuPont™ Tyvek® supera quella di una serie di membrane traspiranti multistrato disponibili sul mercato e fabbricate da differenti produttori che operano su scala internazionale (vedi grafico 1: La prestazione di impermeabilità all’acqua (fallito/superato) di diversi sottostrati per tetto dopo l’invecchiamento artificiale da raggi UV misurato in settimane).

Il testo di invecchiamento
I materiali usati per questi test di invecchiamento artificiale sono stati acquistati dal mercato (un rotolo per ogni prodotto) da SP e forniti direttamente all’ SP Technical Research Institute of Sweden (vedi foto 1: foto realizzate con microscopio elettronico: crepe nelle pellicole microporose di membrane multistrato (causate dall’azione aggressiva dei raggi UV) dimostrano la mancanza di funzionalità). L’esposizione artificiale alla radiazione UV e la determinazione della resistenza alla penetrazione dell’acqua, classe W1, sono state eseguite secondo la norma EN 13859-1&2.

Accade di frequente nei cantieri di costruzione che tetti o pareti non siano coperti velocemente o che il completamento della copertura subisca ritardi: di conseguenza, i sottostrati per tetto rimangono esposti alla forte azione degradante della radiazione UV diretta. Questa situazione provoca una riduzione delle prestazioni di impermeabilità all’acqua delle membrane multistrato esaminate, mentre DuPont™ Tyvek® ha una resistenza superiore alla radiazione UV diretta e non subisce danno.

Il “SP Technical Research Institute of Sweden” ha condotto un secondo programma di test di invecchiamento per verificare l’impatto del calore sulle membrane. Le membrane sono state esposte al calore di 90 °C – una temperatura superiore a quella richiesta per lo standard marchio CE per la norma EN13859 (70 °C) – allo scopo di valutare ulteriormente la resistenza al calore, simulando lo scenario che verosimilmente si presenta nel tetto. In base al colore delle tegole del tetto e della membrana stessa, la temperatura nella parte fredda del tetto può raggiungere livelli molto alti.

Alcune recenti pubblicazioni hanno mostrato che la temperatura sotto un tetto di metallo può raggiungere facilmente i 90 °C. La resistenza alla penetrazione dell’acqua classe W1 è stata testata anche secondo i criteri EN 13859-1&2.
I risultati hanno confermato che l’impatto del calore sulla degradazione del sottostrato è meno aggressivo e immediato rispetto a quello della radiazione UV ma, nonostante ciò, la perdita di impermeabilità all’acqua originata dall’esposizione termica è reale, progressiva e distruttiva.

Caratteristiche delle membrane impermeabilizzanti DuPont™ Tyvek®
I motivi principali per cui DuPont™ Tyvek® supera le altre membrane possono essere attribuiti alla natura della struttura del materiale, alla superiore qualità e al più elevato spessore dei suoi strati funzionali. Indipendentemente dal fatto che una membrana sia monostrato o multistrato, è lo strato funzionale il “fornitore” delle principali prestazioni, come l’impermeabilità a vento e acqua e la traspirabilità al vapore.

La qualità e lo spessore dello strato funzionale sono fondamentali per la sua durata e per l’efficacia della membrana (vedi foto 2: lo strato funzionale visto attraverso il microscopio elettronico, foto DuPont). Lo strato funzionale di DuPont™ Tyvek® è da 5 a 8 volte più spesso rispetto allo strato funzionale della maggior parte delle membrane multistrato. Persino un capello umano è tre volte più spesso delle più comuni pellicole microporose usate nelle membrane multistrato per tetti.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico