Impermeabilizzazione coperture. Membrana foto catalitica NOx-Activ di Icopal

La fotocatalisi, fenomeno che consente a superfici adeguatamente trattate con un catalizzatore sensibile alla luce di reagire con gli inquinanti presenti nell’aria e ridurli a molecole innocue, torna protagonista nel settore dell’impermeabilizzazione delle coperture con la nuova proposta Icopal. L’azienda lombarda, infatti, propone sul mercato la nuova membrana NOx-Activ®, che utilizza il ‘classico’ Biossido di Titanio quale fotocatalizzatore.

Ed è infatti il Biossido di Titanio (TiO2) la molecola alla base della Noxite, una speciale graniglia di protezione per le membrane bituminose di impermeabilizzazione. La sua azione disinquinante è permanente e sfrutta l’energia solare, trasmessa per irraggiamento (raggi UV), attivando la decomposizione delle sostanze inquinanti presenti nell’aria NOx (Ossidi di Azoto) in nitrati, che poi vengono eliminati per dilavamento dalle acque piovane.

Realizzate in bitume elastomerico SBS, le membrane impermeabilizzanti fotocatalitiche NOx-Active® possono essere utilizzate in qualsiasi ambito (residenziale, industriale, ospedaliero e scolastico). Il prodotto è caratterizzato, oltre che dalla capacità disinquinante, da una notevole elasticità e adesività (le membrane si possono allungare fino a 1.000 volte e la loro applicazione richiede una quantità di calore limitata per la saldatura).

Inoltre, l’elevata aderenza della graniglia minerale al compound bituminoso, evita problemi di intasamento degli scarichi pluviali per perdita di materiale. Sono disponibili nella versione Mono-strato o Doppio-strato e sono applicabili su qualsiasi tipo di supporto: legno, cemento, metallo e isolante termico. Inoltre,
Le membrane NOx-Activ® si inseriscono nei progetti di sostenibilità ambientale rispettando i principi dello Sviluppo Sostenibile, in quanto non consumano ulteriore energia per la loro produzione e per il trasporto; non aggiungono prodotti classificati come pericolosi nella loro composizione e non necessitano di trattamenti speciali alla fine del loro ciclo di vita.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico