Illuminazione di emergenza e segnalazione di sicurezza. Nuova serie Exiway

Schneider Electric, specialista nella gestione dell’energia, presenta una importante novità nell’ambito dell’illuminazione d’emergenza e della segnalazione di sicurezza: la nuova serie di prodotti Exiway e la nascita del Centro di Competenza a livello internazionale nella sede di Pieve di Cento.

Si arricchisce così l’offerta del Gruppo in questo settore, frutto dell’acquisizione di OVA Bargellini, leader storico nel settore dell’illuminazione di emergenza in Italia, entrata a far parte del gruppo Schneider Electric circa quattro anni fa.
La sede di Pieve di Cento, conta oltre 250 dipendenti; qui sono presenti tutte le fasi del processo industriale per gli apparecchi di illuminazione di emergenza e segnalazione di sicurezza: dal marketing alla ricerca e sviluppo, dalla industrializzazione alla produzione, fino al supporto tecnico centrale. 

Illuminazione di emergenza: la serie Exiway
Con Exiway nasce un nuovo concetto di illuminazione di emergenza, progettata e sviluppata pensando alle esigenze degli installatori e dei progettisti. Exiway offre una installazione semplice e rapida, un’ampia scelta di design e funzionalità, per inserimento in qualsiasi tipologia di edificio, una maggiore affidabilità e la completa conformità alle norme.

Della serie Exiway fanno parte:
Exiway One: per ambienti di piccole dimensioni come negozi e appartamenti che richiedono prestazioni standard per adeguati livelli di sicurezza.

Exiway One HF: gamma studiata per scuole, ospedali, centri commerciali sulla base di uno sviluppo illuminotecnico specifico, permette di distribuire perfettamente il flusso luminoso sulle superfici evitando ogni dispersione. Grazie all’utilizzo della lente di Fresnel, le prestazioni fotometriche diventano soluzioni progettuali d’alto livello.

Exiway Plus: soluzione per negozi prestigiosi e piccoli hotel. Forme classiche e cura nei dettagli, nei materiali e nelle linee, il design essenziale e le dimensioni compatte rendono Exiway Plus armonizzabile con le necessità di ambienti dallo stile prestigioso.

Exiway Plus HF: modello per centri direzionali, edifici storici. Le scelte estetiche unite alle elevate prestazioni coniugano le esigenze di design con elevati standard di sicurezza.

Exiway Plus LED: compromesso ideale tra innovazione tecnologica ed estetica funzionale; senza alcun rischio fotobiologico grazie alla tecnologia LED di classe ottica certificata esente (CEI EN 62471).

Exiway Class: versione per musei, teatri, hotel, ville, ambienti raffinati, rappresenta una nuova idea che unisce design e tecnologia, seguendo le evoluzioni dei prodotti dedicati all’emergenza. L’estetica, unita alla scelta dei materiali, è in grado di valorizzare i dettagli architettonici.

Le sei gamme Exiway possono essere utilizzate contemporaneamente all’interno di uno stesso edificio per rispondere a varie esigenze, offrendo tre diverse estetiche (tradizionale, design, architetturale) e versioni (Standard senza autodiagnosi, Activa con diagnosi locale, Dardo con diagnosi centralizzata).

In particolare, le versioni con autodiagnosi si differenziano per tipologia di impianto.

Activa con diagnosi locale: per risparmiare tempo nei controlli e garantire maggior sicurezza e affidabilità dell’impianto. Gli apparecchi di questa serie effettuano test funzionali e di autonomia in modo automatico. Le eventuali anomalie della fonte luminosa o della batteria vengono segnalate tramite un LED multicolore direttamente sull’apparecchio.

Dardo con diagnosi centralizzata: il sistema Dardo centralizza e automatizza i controlli obbligatori per gli impianti di illuminazione di sicurezza, offrendo la possibilità di un controllo automatico, centralizzato e a distanza in tutti i luoghi. La semplificazione delle verifiche funzionali e di autonomia, oltre a ridurre tempi e costi di manutenzione, aumenta in modo considerevole il livello di sicurezza dell’impianto. Il sistema  Dardo si adatta a medi e grandi ambienti, garantendo il rispetto delle norme UNI 11222 sulla manutenzione con minor tempo e costi.

Installazione
Morsettiera auto-serrante sezione da 1 a 2,5 mm2: connessione ad innesto rapido senza utensili, connessione auto serrante affidabile nel tempo, indicazioni chiare del collegamento per evitare errori, sganciabile dalla base, alimentazione diretta con il fissaggio dell’apparecchio sulla base e due ingressi cavo per ogni terminale.
– Preforature di fissaggio orizzontali e verticali per una ampia possibilità di fissaggio: da 5 a 7 preforature presenti sulla base per evitare nuovi fori sul muro, posizionamento universale sfruttando i fori esistenti, possibilità di sfruttare i fori esistenti grazie ad una matrice di posizionamento disegnata direttamente sulla base e preforatura per scatola 503.
– Cablaggio semplificato: base in bimateriale con membrane per ingresso cavi e tubi senza attrezzi, adattabile al diametro dei cavi o dei tubi senza necessità di accessori e mantenimento del grado IP65 senza pressa-cavi o pressa-tubi.
– Schermo trasparente basculante con apertura a compasso per una manutenzione agevolata.
– Montaggio smontaggio semplificato del blocco lampada (riflettore più schermo): non servono particolari attrezzi per la chiusura ed apertura del blocco-lampada, sgancio rapido del blocco-lampada grazie a pratiche levette e possibilità di installazione ad impianto.
– Tasto funzionale (versione Activa): la guida luce del LED è anche un tasto che permette di effettuare un test funzionale immediato; il colore e l’intermittenza del LED segnalano lo stato dell’apparecchio ed eventuali anomalie.
– Ingresso per cavi: da sei a sette ingressi per cavi o tubi per ogni possibile installazione; utilizzo semplice e intuitivo e connessione facilitata. Adatto per cavi o tubi (max 20 mm).

Norme internazionali
La serie Exiway è conforme alle norme europee e in particolare con la norma di prodotto CEI EN 60598-2-22. La prescrizione e l’installazione della serie Exiway rispettano quanto indicato nella norma UNI EN 1838.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico