Expoedilizia 2013, obiettivi sostenibilità e nuovi mercati

Con le sue nove aree tematiche e il suo fitto programma di convegni torna dal 21 al 24 marzo 2013, nei padiglioni del polo fieristico della capitale, Expoedilizia, la Fiera internazionale per l’edilizia e l’architettura organizzata da ROS, società partecipata da Fiera Roma e Senaf.  

 

La manifestazione, vetrina completa sul mondo dell’edilizia, darà la possibilità ai visitatori di trovare il meglio delle soluzioni per il cantiere, gli elementi da costruzione, le macchine e attrezzature, così come le finiture (porte, finestre e rivestimenti), mentre all’esterno verrà allestita l’Area Dimostrativa, un campo prove di oltre 30mila mq dove, simulando situazioni di operatività, gli operatori del sollevamento e dei lavori in quota troveranno una vasta esposizione di macchine e attrezzature e ne potranno valutare le performance.

 

Come da tradizione, l’offerta di Expoedilizia sarà completata da un programma di iniziative speciali, convegni ed eventi – pensato per rispondere alle esigenze di formazione e aggiornamento di tutta la filiera che si avvarrà della consulenza scientifica delle più importanti associazioni di categoria e di tecnici professionisti.

 

L’edizione 2013 di Expoedilizia conferma l’interesse di mettere al centro le tematiche più attuali per il comparto come l’isolamento termico e acustico, le energie alternative, il recupero edilizio e la sostenibilità ambientale nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni, in un’ottica di superamento della difficile congiuntura economica che sta attraversando il settore, come conferma anche l’Ance.

 

Secondo l’Associazione dei costruttori edili, le previsioni per il 2013 indicano un arresto della caduta, dato che – grazie alle disposizioni del Decreto Sviluppo del Governo – gli investimenti nelle  costruzioni segneranno un +0,1% in termini reali rispetto al 2012. Grazie all’innalzamento delle detrazioni IRPEF per gli interventi di ristrutturazione edilizia da 36% a 50%, la proroga delle detrazioni di imposta per gli interventi di riqualificazione energetica e l’istituzione del “Piano nazionale per le città” si potranno attivare già nel prossimo anno investimenti aggiuntivi per circa 1,5 miliardi di euro, principalmente collocati nel comparto abitativo.

 

In questa direzione “sostenibile” si inseriscono il Focus isolamento termico e acustico, dedicato alla diffusione e allo sviluppo dell’isolamento termico ed acustico nel settore delle costruzioni per la salvaguardia ambientale e il contenimento della spesa energetica; l’Area fotovoltaico, in cui le fonti energetiche rinnovabili, viste come una nuova chiave per il rilancio del settore, saranno oggetto di dibattito nei momenti formativi curati da ricercatori ed tecnici provenienti dal mondo accademico e produttivo; l’Area Legno, uno spazio dedicato alla promozione della cultura delle costruzioni in legno, dove accanto all’esposizione, esperti del settore organizzeranno brevi momenti di confronto per sensibilizzare i professionisti dell’edilizia sulle potenzialità dell’impiego del legno e dei suoi derivati.

 

Expoedilizia 2013 rinnova il proprio impegno ad offrire occasioni di scambio commerciale, con particolare attenzione per gli stati del bacino del Mediterraneo, come la Turchia, il Marocco, la Tunisia e la Libia, che rappresentano mercati ricchi di opportunità  per gli operatori del Centro Sud Italia. Attraverso operazioni di incoming di buyer esteri e l’organizzazione di sessioni formative che promuovono la conoscenza di nuovi mercati, le aziende espositrici avranno l’opportunità di partecipare ad appuntamenti b2b con autorità istituzionali, addetti commerciali, importatori e general contractor dei mercati più strategici, che includono oltre ai paesi dell’Africa Settentrionale, quelli del vicino Oriente e dell’area balcanica.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico