Expoedilizia 2013 e Green Building Council per promuovere la sostenibilità ambientale nel Centro-Sud Italia

Green Building Council Italia, l’associazione che promuove la cultura dell’edilizia sostenibile attraverso il sistema di certificazione indipendente LEED, sigla un importante accordo di partnership con Expoedilizia, fiera internazionale per l’edilizia e l’architettura organizzata da ROS, società partecipata da Fiera Roma e Senaf.

 

“La scelta di collaborare con Expoedilizia nasce dalla voglia di unire le forze con una manifestazione emergente ed in forte crescita, così come lo è il GBC Italia – spiega Mario Zoccatelli, presidente di GBC Italia. “A questo si aggiunge il fatto che Roma, in quanto centro del bacino del Mediterraneo e sede di un ricchissimo patrimonio storico e monumentale, è destinata a diventare la piazza di riferimento per quanto riguarda i temi della sostenibilità applicati nell’area del Mediterraneo, nel restauro e recupero dell’esistente. Un’idea condivisa dalla nostra associazione e dagli organizzatori della manifestazione”.

 

In Italia gli edifici certificati e registrati LEED sono quasi 150, per una superficie pari a oltre 2 milioni di mq. Tra questi 19 sono edifici certificati, 128 quelli in fase di certificazione e più di 20 i progetti pilota e casi studio GBC, trattati con particolare approfondimento e dedizione da parte di GBC Italia al fine di verificare e accrescere competenze ed esperienze sui protocolli di riferimento.

 

Green Building Council Italia curerà durante Expoedilizia 2013 [Fiera Roma dal 21 al 24 marzo 2013] il focus sull’architettura sostenibile, proponendo una serie di iniziative pensate per la formazione e l’aggiornamento degli operatori del comparto, incentivando il confronto e il dibattito tra gli addetti ai lavori.

 

Il 21 marzo, in occasione dell’apertura di Expoedilizia, Green Building Council Italia organizzerà una tavola rotonda che vedrà la partecipazione dei membri del network mondiale di GBC che porteranno testimonianze su quanto accade in altri Paesi del mondo, e alla quale verranno invitate autorità istituzionali a livello nazionale.

 

GBC Italia affronterà inoltre, il tema del rapporto tra ambiente naturale e ambiente costruito, con particolare attenzione al riuso e al recupero del patrimonio edilizio esistente. Il focus verrà declinato in “chiave mediterranea”, dato che integrare le tradizioni costruttive del Centro Sud Italia con l’innovazione tecnologica diventa fondamentale per l’affermazione di un’architettura realmente sostenibile che valorizzi le peculiarità territoriali. GBC Italia porrà l’attenzione anche sul tema del restauro, proseguendo il percorso di studi e sviluppo, iniziato ormai da anni, per promuovere la ricerca di strumenti per l’intervento e la valutazione degli edifici storici in un’ottica anche di efficientamento energetico-ambientale.

 

Per tutti i professionisti del settore che parteciperanno ad Expoedilizia, GBC programmerà una serie di workshop a più livelli volti ad approfondire il protocollo di certificazione LEED e gli standard proprietari di GBC Italia, ovvero GBC Home (per le residenze) e GBC Ecoquartieri (per gli insediamenti d’area vasta). Per ogni appuntamento l’Associazione richiederà il rilascio dei crediti formativi agli ordini professionali di competenza.

 

Il Green Building Council Italia presiederà anche la giuria del Concorso Nazionale Architettura Sostenibile. Il premio, giunto alla quarta edizione, è stato istituito in onore di Raffaella Alibrandi, già Amministratore Delegato di Fiera di Roma, impegnata nella valorizzazione dell’impegno delle donne nel mondo del lavoro e dell’imprenditoria. Il contest è rivolto a giovani donne laureate in ingegneria e architettura che potranno candidare i propri progetti, di Tesi di Laurea o Dottorati di ricerca, sul tema della sostenibilità ambientale. Il bando scade il 13 dicembre 2012.

 

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico