Escavatore cingolato JCB JS 235 HD per cantieri su terreni difficili

Gli escavatori cingolati della serie JS rappresentano uno dei pezzi forti della gamma JCB. E con il modello JS235 HD il costruttore britannico conferma questa vocazione grazie a una macchina che, rispetto alla serie precedente, si caratterizza per una serie di interventi che hanno coinvolto sia l’ingegnerizzazione dei componenti sia, su un piano più complessivo, l’impostazione generale, di chiara vocazione “Heavy Duty”.

Con le sue 23 t di peso operativo, infatti, la macchina si adatta con efficacia ai terreni più difficili, che richiedono perciò alle macchine una concezione costruttiva in grado di sostenere impegni gravosi. L’escavatore adotta a questo scopo un sottocarro heavy duty di dimensioni maggiorate – oltre 4 m di lunghezza per 2,5 m di larghezza – con componentistica rinforzata e una catenaria di altezza superiore rispetto alla versione standard. Tali soluzioni, unitamente all’impiego di acciaio ad alto spessore, conferiscono al sottocarro un peso complessivo superiore di 1,8 t rispetto a una versione standard di categoria equivalente, con importanti benefici sulla stabilità della macchina e le sue prestazioni di sollevamento. Alla robustezza e affidabilità complessiva contribuiscono anche una serie di ulteriori dettagli; fra questi, l’impiego di pattini di spessore e larghezza maggiorati, l’adozione di un pannello di protezione imbullonato alla parte inferiore della macchina che protegge gli organi meccanici e idraulici della macchina, e di piastre di protezione nella zona terminale del braccio e del cinematismo benna per preservarle dagli urti.

Le numerose doti di questo modello e la sua attitudine alle lavorazioni più impegnative sono confermate dalle esperienze della Avanzini Costruzioni di Bienno (Brescia), cliente storico JCB, che ne ha inserito un esemplare nel proprio parco macchine: “Il primo contatto con il JS235 HD, racconta il titolare dell’impresa Alberto Avanzini, ha confermato i positivi giudizi maturati in tanti anni di impiego delle macchine JCB; abbiamo da subito messo alla prova la macchina in situazioni di lavoro molto gravose, su terreni rocciosi in forte pendenza, e prestazioni e consumi sono risultati entrambi di prim’ordine”.

Il cantiere montano di Prestine (Valle Camonica)
Per testare l’utilizzo della macchina abbiamo seguito la Avanzini Costruzioni in una tipica giornata di lavoro; in particolare ci siamo recati a Prestine (alta Valle Camonica), dove l’impresa è impegnata in lavori di riqualificazione ambientale e sistemazione della viabilità. L’escavatore JCB in questo cantiere è soggetto a condizioni di lavoro particolarmente impegnative, in quanto utilizzato soprattutto per scavi e movimentazione di materiali su terreni rocciosi, spesso in condizioni di forte pendenza, dove potenza, stabilità e affidabilità rappresentano requisiti indispensabili. In particolare, la macchina viene impiegata con una certa frequenza anche in accoppiata con un martello demolitore sfruttando il circuito ausiliario del JS235 HD, pilotato da un selettore a pedale che imposta automaticamente i parametri di portata dell’impianto idraulico in funzione di tale impiego.

Sulla macchina è implementato un impianto idraulico con sistema load sensing a centro aperto a portata regolabile con mandata “flow-on-demand”, progettato per fornire portata e pressione più elevate, e un sistema rigenerativo, nel quale l’olio viene riciclato con conseguenti cicli più rapidi e minori consumi di carburante. La macchina offre inoltre una controllabilità e velocità di lavoro per braccio e l’avambraccio, con priorità braccio/rotazione di serie per accelerare le operazioni di caricamento, grazie a una equilibrata distribuzione. Portata e pressione dell’impianto idraulico garantiscono anche forza all’avambraccio, forza di traino e forza di scavo della benna maggiori per migliori prestazioni. “I nostri operatori – conferma Avanzini – hanno apprezzato particolarmente la precisione e progressività dei comandi, che insieme alla potenza della macchina e alle sue prestazioni di scavo ci consente di ottenere una produttività davvero elevata. In più possiamo contare sulla puntuale assistenza del concessionario JCB Paccani Macchine, che ci garantisce interventi rapidi e tempestivi anche quando, come spesso ci accade, lavoriamo in zone disagevoli”.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico