Emilia-Romagna. Rent entra nella rete vendita Komatsu

Si chiama Rent, è un polo nevralgico del movimento terra nel contesto del Centro Italia ma, soprattutto, ha alle radici della propria storia un’importante partnership col mondo Komatsu: così, in poche parole, si può riassumere “l’essenza” della nuova concessionaria che, dallo scorso febbraio, è entrata a far parte della rete vendita del prestigioso marchio.

 

Il nostro obiettivo è da sempre quello di offrire il miglior supporto ai clienti in termini di qualità di servizio e vicinanza – spiega Andrea Pavan, Marketing Manager di Komatsu Italia. Per questo, nell’ottica di rafforzare giorno dopo giorno la nostra vendita, continuiamo a scegliere di annoverare soltanto le realtà più qualificate, affermate e riconosciute dal mercato. Il recente ingresso di Rent nella nostra rete è un’ulteriore dimostrazione di questo nostro imprescindibile indirizzo.”

 

Ufficialmente istituita nel 1993, Rent vanta in realtà un know how di oltre 40 anni nel mercato del movimento terra. A Valerio Venturini, presidente dell’azienda, chiediamo di raccontarci  le tappe più significative di questo lungo percorso, svelandoci al contempo lo storico legame che unisce il passato di Rent a quello di Komatsu.

 

I primi, importanti passi nel settore – afferma Valerio Venturini –  furono mossi da mio padre Vittorio nel 1969, quando entrò a far parte del commerciale della Massey Ferguson, occupandosi di una nuova, mirata divisione dedicata alle macchine movimento terra. Dopo esser divenuto nel ‘71 responsabile commerciale in Maye e nel ’73 in Benatti, nel ’75 mise fine a quest’ultima esperienza per lavorare in FAI, in veste di direttore commerciale per l’Emilia Romagna, le Marche e l’Abruzzo; il ’73 fu in altre parole l’anno in cui, per la prima volta, si incrociarono i destini di FAI, poi divenuta Komatsu, e della famiglia Venturini. Nel ’79 poi – prosegue il presidente – mio padre aprì una propria agenzia di vendita per commercializzare i prodotti FAI sul territorio e, nell’81, tale era la fiducia che la FAI riponeva in lui, quest’agenzia divenne concessionaria FAI prendendo addirittura il nome di  FAI-RA (Ravenna). L’assetto rimase poi il medesimo fino al 1993, quindi anche dopo il mio ingresso in azienda avvenuto nell’80. Il ’93 fu poi un anno di grandissimi cambiamenti – conclude Valerio Venturini: in quell’anno infatti FAI acquisì FAI-RA e, contemporaneamente al ritiro di mio padre, io fondai Rent.”

 

Impostasi dal ’93 ad oggi, come una delle aziende leader del territorio nella distribuzione di macchine movimento terra, grazie anche alla collaborazione con importanti marchi del comparto, Rent ha scelto ora Komatsu quale primario partner, divenendo concessionaria Komatsu full-liner per le province di Bologna, Ravenna, Forlì, Cesena, Rimini, Ferrara, nonché per la Repubblica di San Marino.

 

E’ stata una scelta strategica la nostra – commenta il presidente: il nostro obiettivo è infatti divenire il dealer più importante di tutto il Centro-Italia e crediamo che Komatsu ci possa supportare nel raggiungimento di questa meta. Non solo Komatsu ci permetterà di offrire una gamma completa di prodotti con una tecnologia di assoluta avanguardia ma, soprattutto, ci consentirà di garantire più certezze ai nostri clienti; in una fase di trend negativi come quella che sta attraversando oggi il nostro mercato, la percezione di solidità e di affidabilità che può offrire un gruppo come Komatsu è fondamentale.”

 

Strutturata con due divisioni – una commerciale cui fa capo anche il service e una amministrativa – Rent si compone di 16 addetti, oltre ai due soci titolari: dieci meccanici, tre venditori, due amministrativi e un responsabile ricambi. Con due officine sul territorio – in grado di fungere anche da sedi commerciali – Rent dispone di sei officine mobili pronte ad intervenire all’occorrenza in tutta la zona. Competenza tecnica, serietà, trasparenza e comprensione delle reali necessità del cliente sono, secondo Valerio Venturini, i punti di forza della concessionaria.

 

In passato, quando ancora a guidarla era mio padre, quest’azienda aveva obiettivi principalmente di vendita – aggiunge il presidente. Nel tempo, seguendo anche un’evoluzione portata dal mercato stesso, abbiamo iniziato a lavorare sulla fidelizzazione del cliente, che abbiamo saputo ottenere grazie alla scelta di prodotti di qualità ma soprattutto grazie alla capacità d’instaurare rapporti fondati sulla trasparenza e la professionalità più assolute. Anche la velocità d’intervento all’insorgere di situazioni problematiche ci ha senz’altro premiati. Ventiquattrore su ventiquattro, per 365 giorni all’anno, il cliente ha la certezza di trovare risposta alle sue criticità, anche con l’intervento della proprietà stessa in orari straordinari, per la gestione di casi peculiari.”  

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico