Elevatori a bandiera – Utilizzo corretto e rischi connessi

Proponiamo per i nostri lettori un breve estratto dell’articolo del geometra Marcello Antoniotti, esperto di sicurezza sul lavoro in cantiere e libero professionista, che sarà pubblicato integralmente sul numero di febbraio della rivista Progetto Sicurezza della Maggioli Editore.

Alcuni elevatori a bandiera sono costituiti da bracci girevoli che sostengono anche l’argano vero e proprio: la loro portata è generalmente piuttosto limitata. Sono apparecchi usati per piccole opere di manutenzione, di riparazione, per il montaggio di ponteggi o altri lavori di breve durata.

In altri casi l’argano è collocato a terra e il braccio girevole, tramite carrucole di rinvio, guida la fune di sollevamento. Tali argani hanno portate più elevate ma sono meno usati perché la loro installazione non è agevole. Gli argani collocati a terra, in posizione orizzontale o verticale, devono essere ancorati molto saldamente, la fune deve svolgersi dalla parte inferiore del tamburo per ridurre il momento ribaltante e deve essere protetta, sia nel tratto orizzontale che nel tratto verticale. I bracci girevoli devono essere fissati molto saldamente a montanti raddoppiati con staffe, bulloni, dadi e controdadi.

I rischi connessi all’uso degli elevatori a bandiera
Rispetto ai rischi cui sono esposti gli operatori degli elevatori a cavalletti, quelli degli elevatori a bandiera sono maggiori. La manovra di queste apparecchiature avviene in prossimità di aperture che, nella maggior parte dei casi, non beneficiano delle protezioni offerte dai castelli di carico e scarico e, pertanto, si rende quasi sempre indispensabile l’uso della cintura di sicurezza con una fune di trattenuta saldamente affrancata.

Gli infortuni più frequenti avvengono quando gli elevatori a bandiera sono usati per lavori di breve manutenzione, con un’installazione precaria o sollevando carichi superiori alla loro portata massima. In edilizia gli elevatori a bandiera, specialmente quelli di portata da 100-150 kg, sono considerati “arganelli” di poca importanza e i rischi sono sottovalutati, ma è proprio quando l’attenzione si riduce che può avvenire l’infortunio. La formazione e l’informazione è particolarmente importante per gli addetti all’uso di queste attrezzature.
Anche per gli elevatori a bandiera la verifica trimestrale della fune deve essere annotata su apposita scheda.

Per ulteriori informazioni
http://www.stant.it/

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico