Efficienza energetica delle abitazioni: visualizzazione consumi e gestione carichi energetici

Numerosi e autorevoli studi hanno dimostrato che visualizzare i consumi porta gli utenti a modificare le proprie abitudini e a intervenire in caso di un eccessivo utilizzo o di un funzionamento non ottimale degli impianti. Si ritiene che la conseguenza di tale atteggiamento pro-attivo possa portare ad un risparmio del 10/15%.

La visualizzazione dei consumi BTicino
Grazie all’utilizzo di interfacce ad hoc e misuratori di energia elettrica, il sistema di visualizzazione consumi del sistema domotico My Home BTicino segnala i consumi di elettricità, gas, acqua e i dati provenienti dai sistemi di contabilizzazione centralizzati del calore.
Ciò consente di fornire al cliente dati istantanei, relativi ai consumi, direttamente sul proprio touch screen tramite chiare rappresentazioni grafiche e tabelle che ne facilitano l’interpretazione.
Non solo, impostando un valore tariffario indicativo, è possibile ottenere anche una valutazione economica del consumo.

Nel caso sia produttore di elettricità e acqua calda sanitaria, il cliente può visualizzare, su touch screen, anche i parametri relativi alla produzione dell’impianto fotovoltaico o solare termico. L’’utente è in grado di selezionare il tipo di consumo da verificare, la tipologia di visualizzazione (istantanea o grafica) e il periodo (giorno, mese, anno).

Dispositivi di misurazione e visualizzazione del sistema
Interfaccia conta impulsi
Il dispositivo rileva, calcola ed elabora le informazioni provenienti da contatori dotati di uscita ad impulsi (acqua, gas, ecc.) rendendole disponibili sul BUS per la visualizzazione sui touch screen.

Le funzioni di elaborazione e contabilizzazione previste sono:
– valori numerici sul consumo istantaneo, giornaliero, mensile, medio giornaliero per ogni mese, totale degli ultimi 12 mesi ;
– i grafici di consumo giornaliero, mensile e per gli ultimi 12 mesi;
– il consumo in diverse unità di misura (m3, l, kWh, ecc.) e l’equivalente in valuta (euro, $, £, etc.);
– il consumo derivante da sistemi di contabilizzazione del calore;
– la produzione di energia elettrica;
– la produzione di acqua calda.

L’interfaccia può essere installata in scatole da incasso, dietro a dispositivi di tipo tradizionale o anche nei  quadri senza però occupare uno spazio su guida DIN.

Misuratore energia elettrica a tre ingressi per toroidi
Il dispositivo misura fino a tre linee distinte, collegando massimo tre toroidi agli appositi ingressi. I dati vengono visualizzati sui touch screen attraverso il BUS. Le funzioni di elaborazione e contabilizzazione previste sono:
– consumo istantaneo di massimo 3 linee;
– consumi cumulati su base oraria degli ultimi 12 mesi, su base giornaliera degli ultimi 2 anni, su base mensile degli ultimi 12 anni.

Queste funzioni si applicano anche alla valutazione dei dati di produzione.
Il dispositivo, per l’installazione in quadri e centralini, occupa un solo modulo DIN ed ha in dotazione un toroide con l’apposito cavo di collegamento.

Gestione controllo carichi, per evitare il rischio black out
I dispositivi gestiscono la potenza assorbita dai carichi controllati scollegandoli in caso di sovraccarico, rispetto alla potenza massima contrattuale, e consentono di visualizzare su touch screen il consumo della linea controllata.
Il sistema rende possibile impostare le temporizzazioni per attivare i carichi ad orari prestabiliti anche tramite touch screen.

Il sistema controllo carichi BTicino:
– gestisce la massima potenza impiegata scollegando automaticamente, in caso di sovraccarico, gli elettrodomestici meno importanti
– visualizza sui touch screen il consumo istantaneo e cumulato su base oraria, giornaliera, mensile
– consente di disabilitare o riabilitare tramite i touch screen le priorità configurate in base alle esigenze mutate del cliente
– permette di verificare sui touch screen il corretto funzionamento dei carichi mediante la misurazione della corrente differenziale assorbita
– consente la gestione oraria dei carichi.

Funzione gestione carichi
La centrale di controllo, mediante il toroide esterno, misura la potenza assorbita dai carichi connessi e la confronta con il valore preselezionato in fase di installazione (con  potenze comprese tra 1,5 e 18 kW con tolleranza fino +/- 20%).

A ogni apparecchio da controllare è associato un attuatore che riceve le informazioni dalla centrale di controllo e provvede a sconnettere il carico dalla rete in caso di sovraccarico. La sequenza di scollegamento degli attuatori è definita in fase di installazione con una semplice operazione di configurazione da effettuare a bordo degli stessi dispositivi. La centrale permette di gestire fino a 63 livelli di priorità e un numero di dispositivi in funzione della corrente di alimentazione disponibile.

Un esempio pratico
Nel caso in cui forno, boiler e lavatrice siano i carichi controllati tramite attuatori, il frigorifero, di cui non si vuole assolutamente interrompere il funzionamento, sarà collegato alla rispettiva presa senza attuatore garantendo quindi il suo costante funzionamento.
In caso di sovraccarico il primo apparecchio a sconnettersi sarà quello ritenuto meno importante in una sequenza stabilita dal cliente. Naturalmente, l’utente può in qualsiasi momento riattivare l’apparecchio sconnesso agendo direttamente sul pulsante dell’attuatore o tramite il touch screen. Nel caso in cui permanga il sovraccarico, la centrale riabilita il funzionamento del carico selezionato manualmente, ma scollega i successivi carichi meno importanti sino al rientro dal sovraccarico. Touch screen e attuatori segnalano visivamente se il carico è attivato o momentaneamente distaccato.
Configurando gli attuatori del sistema gestione controllo carichi, anche in modalità automazione, è possibile impostare attraverso i touch screen delle temporizzazioni per attivare i carichi ad orari prestabiliti ed evitare così i sovraccarichi o utilizzare tariffe bi orarie più convenienti.

Dispositivi del sistema gestione carichi
Centrale controllo carichi
Il dispositivo misura la potenza assorbita dall’impianto elettrico e comanda lo stato degli attuatori per prevenire il rischio di stacco del contatore elettrico.
La centrale gestisce fino a 63 elettrodomestici o carichi elettrici per fase, misura correnti e tensioni ed elabora i dati per fornire informazioni di energia e potenza.

Le funzioni di elaborazione e contabilizzazione previste sono:
– consumo istantaneo della linea controllata;
– consumi cumulati su base oraria per gli ultimi 12 mesi, su base giornaliera per gli ultimi 2 anni, su base mensile per gli ultimi 12 anni, archivio i profili di consumo degli ultimi 12 anni.

La centrale per l’installazione in quadri e centralini ha un ingombro di un solo modulo DIN.

Attuatore 16A con sensore di corrente
Il dispositivo, un modulo DIN per l’installazione in quadri e centralini, dispone di un sensore di corrente integrato per la misura dei consumi del carico controllato (consumo istantaneo e 2 totalizzatori di energia resettabili in modo indipendente) per la gestione sia di energia che di automazione. In modalità gestione energia, consente la misura della potenza assorbita dal carico, dell’energia e della corrente differenziale (attraverso la connessione di un toroide esterno).

Attuatore 16A
Il dispositivo, 1 modulo DIN per l’installazione in quadri e centralini, è un attuatore in grado di svolgere funzioni sia di gestione energia che di automazione.

Attuatore 16A da incasso
Realizzato per essere installato in supporti delle serie Living, Light, Light Tech e Axolute e destinato alle funzioni di automazione e/o gestione energia. Il dispositivo dispone di un pulsante locale per la forzatura del carico e di led di segnalazione.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico