Edilizia industrializzata in calcestruzzo. I dati Assobeton del 1° trimestre 2011

Assobeton, grazie alle informazioni raccolte dall’Osservatorio Congiunturale Assobeton-Clarium, presenta i dati relativi al comparto italiano dell’Edilizia Industrializzata in Calcestruzzo per il primo trimestre del 2011. Le aziende del panel sono localizzate per l’86% al Nord, per il 13% al Centro e per l’1% al Sud.

Confrontando i dati del fatturato del primo trimestre 2011 con quelli dello stesso periodo dell’anno precedente, si rileva una diminuzione di 14 punti percentuali. Localmente il dato si contrae in tutta Italia confermando l’andamento negativo rilevato nei precedenti periodi analizzati. Al Centro si registra il dato peggiore, -21%, seguito dal Sud e Isole con -13% e Nord con -12%. Solo le esportazioni, che però hanno per il comparto un’incidenza estremamente limitata sul volume d’affari complessivo, a causa degli elevati costi del trasporto, registrano un dato positivo del +5%.

Anche la produzione in metri cubi è in contrazione di 8 punti percentuali.
Il commissionato è invece in crescita di circa 4 punti percentuali rispetto al 2010, finalmente in controtendenza rispetto alle variazioni registrate nello stesso trimestre dello scorso anno. In particolare, al Nord si registra un +8%, al Centro un -11%, al Sud e Isole un +16% e un +4% per le esportazioni.

Dall’analisi svolta e dalle indicazioni fornite dagli operatori del comparto aderenti ad Assobeton, si guarda al secondo trimestre 2011 con scarso ottimismo. Si prevede, infatti, una stagnazione del volume d’affari, se non addirittura una diminuzione del commissionato che fa ragionevolmente prevedere una contrazione della produzione in metri cubi con intensità differenti a seconda delle aree geografiche.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico