Controtelai a scomparsa. FrameLess, l’ultimo nato di Eurocassonetto

Letteralmente “senza cornici”, il suo nome comprende già il concetto di architettura e di design a cui si ispira e lega: ossia l’architettura del minimalismo, del razionalismo dove less is more. La struttura del controtelaio è concepita secondo il criterio dell’assenza delle ridondanze inutili.

L’assenza ad esempio dei coprifili, degli stipiti e, dunque, successivamente al momento del montaggio della porta, l’assenza delle cornici in legno della stessa.
Tutto ciò anche al fine di permettere una completa fusione tra la parete e la porta.
La porta stessa è doppiamente a scomparsa: adesso, infatti, non scompare solamente “dentro la parete” quando è aperta, ma anche quando è chiusa “mimetizzandosi con la parete” e l’ambiente circostante.
Oltre all’aspetto strettamente funzionale, FrameLess abbraccia così anche quello simbolico elevando di diritto a nuove esperienze architettoniche un prodotto già di alte prestazioni.

Dati tecnici
Disponibile in tutte le versioni (un’anta, doppia anta, sovrapposto, sovrapposto doppio, a due ante centrali) da 60 a 120 cm.
Lo spessore della parete finita è di 105 mm o 90 mm per la versione intonaco, 100 mm o 90 mm per quella cartongesso.
I pannelli laterali presentano – come tutti i prodotti a marchio Eurocassonetto – 14 pieghe in orizzontali  nel senso della larghezza  più idonee ad irrobustire la struttura.
La rete è elettrosaldata e a punte libere. I fili della rete, sia longitudinali che trasversali, hanno un diametro di 2 mm.
La rete è spillata al pannello in modo da garantire un minimo di tolleranza di movimento in caso di assestamento della parete in muratura.
I pannelli laterali sono in lamiera zincata di prima scelta dello spessore di 6/10; i montanti laterali sono invece di 8/10.
La struttura generale del controtelaio, rientra nei canoni della scheda tecnica della versione standard.

Il carrello e il binario
Il carrello – come per le versioni standard – ha una portata standard di 80 Kg, ma su richiesta anche di 120 kg.
La sua particolarità consiste nella predisposizione ad essere incastrato all’interno del bordo superiore della porta stessa sulla quale, preventivamente, viene creata un’asola ad hoc.
Lo stesso binario è incapsulato all’interno di una testata “filo muro” priva, cioè di ingombri a vista.
Grazie ad alcuni accorgimenti costruttivi la testata superiore e i montanti laterali diventano direttamente, senza null’altro accessorio di rifinitura, parte integrante della parete.

La porta
Il montaggio della porta avviene necessariamente tramite un kit idoneo (comunemente denominato “filo muro”) in grado di consentire una completa fusione fra la porta, il battente, il controtelaio e la parete.
Tenendo presente che la camera interna del controtelaio per tutte le versioni FrameLess è di 60 mm, la porta montabile all’interno del controtelaio può essere qualsiasi porta purché sulla stessa siano stati effettuati alcuni accorgimenti.
Come detto sopra, la stessa porta presenta un’asola sul bordo superiore per l’ancoraggio del carrello in modo che questo venga celato.
Il montante di battuta viene anch’esso incapsulato all’interno del vano apposito del montante in lamiera.
Una volta installata, per motivi di sicurezza,  la porta fuoriesce dal controtelaio di 8 cm.

La finitura
Le componenti a vista, quali i montanti laterali del controtelaio e i bordi laterali della testata, sono progettati in modo da essere direttamente pitturabili con gli stessi materiali e strumenti per la pittura delle pareti.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *