Consolidamento dei terreni di fondazione con iniezioni di resine espandenti

Nell’ambito delle tecnologie edilizie, proponiamo un interessante contributo dell’ing. La Mura (apparso originariamente sul sito ingegneri.cc) sul tema del consolidamento del terreno di fondazione tramite l’utilizzo di resine espandenti.

Nelle operazioni di recupero e di manutenzione straordinaria capita sempre più spesso che un edificio abbia problemi di fondazioni tali da rendere necessario un loro consolidamento. Negli ultimi anni sono sorti, a causa anche del fenomeno dell’abusivismo edilizio, edifici con fondazioni palesemente sottodimensionate o che nel corso del tempo hanno subito spostamenti o modifiche del terreno che ne hanno inficiato la capacità portante.

Avendo occasione di osservare frequentemente il fenomeno, ho potuto constatare che le proporzioni del problema sono notevolmente aumentate: infatti, negli ultimi anni a causa di stagioni sempre più calde e sempre meno piovose, sono stati interessati da cedimenti differenziali verticali, manifestatisi con lesioni più o meno gravi, un numero notevolissimo di edifici.

Quello che sorprende i proprietari e, a volte, anche i tecnici chiamati a risolvere i problemi, è che sono interessate al fenomeno anche alcune case con strutture murarie solide, nuove e antiche, che hanno subito nella loro vita secolare diverse vicissitudini e, a volte, terremoti, senza tuttavia subire danni apprezzabili.

Continua a leggere il resto dell’articolo dell’Ing. Enzo La Mura

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *