Conservazione dei Dpi di cantiere

In collaborazione con la rivista Progetto Sicurezza di Maggioli Editore, proponiamo un approfondimento dell’arch. Paola Antoniotti sul tema della conservazione dei dispositivi di protezione individuale in cantiere.

In caso si tenessero delle scorte di Dpi in magazzino, bisogna tenere conto delle indicazioni e dei limiti forniti dal produttore.
Occorre controllare che il luogo nel quale vengono conservati i Dpi possegga le caratteristiche adeguate in modo da non mettere a repentaglio le prestazioni (per esempio, influenza dell’eccessiva temperatura e umidità nella conservazione dei filtri antigas).
Gli utilizzatori dovranno essere adeguatamente istruiti sui diversi sistemi di conservazione dei dispositivi costituenti la dotazione personale.

Per quanto riguarda i dispositivi utilizzati da più persone la loro conservazione sarà di competenza dell’impresa.
Per i Dpi destinati a usi saltuari o per i mezzi specifici d’emergenza, bisognerà definire i luoghi ove riporli, per esempio potrebbero essere installati in appositi armadietti.

I Dpi che hanno una scadenza dovranno essere gestiti con particolare attenzione avendo l’avvertenza di mettere in uso per primi quelli con scadenza più prossima e controllando periodicamente che la scadenza non sia stata superata.

Gestione e manutenzione dei Dpi di cantiere, dell’arch. Paola Antoniotti
Obblighi dei fabbricanti e degli utilizzatori dei Dpi, dell’arch. Paola Antoniotti
Scadenza dei Dpi, dell’arch. Paola Antoniotti
Sistemi di certificazione dei Dpi, dell’arch. Paola Antoniotti

Per ulteriori informazioni
www.stant.it

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico