Coibentazione – Materiali innovativi, l’Aerogel

Continuiamo la trattazione sui materiali innovativi per l’isolamento termico. Dopo i Phase change materials (leggi articolo) trattiamo ora gli aerogel.

Questo tipo di isolante è costituito da aria e una piccola porzione di biossido di silicio, ottenuto dalla sottrazione di acqua a un gel.
In particolare si ottiene dalla gelificazione della silice in un solvente. Eliminando il solvente si ottiene sabbia con porosità fino al 99%.
I nanopori che lo compongono sono fitti e numerosi e impediscono o rallentano la trasmissione di calore. Il materiale ottenuto è molto leggero con prestazioni di isolamento termico elevate (circa 0,017 W/mK).

Possibilità applicative
Nato per i settori specializzati dell’alta tecnologia (aerospaziale, navale, automobilistico), il materiale si sta diffondendo nei campi più standardizzati, tra cui quello edilizio che richiede sempre più efficienza prestazionale di prodotto in un’ottica di risparmio energetico e di economia dei costi. Gli elementi in produzione hanno un ambito di applicazione da -200 °C a +635 °C, ossia nella maggior parte degli impieghi civili e industriali.

È utilizzato in componenti per involucri e in vetri camera. Applicato su tutto l’edificio consente notevoli miglioramenti delle prestazioni termiche e acustiche. Può essere impiegato per l’isolamento di finestre e sezioni di tetto, soprattutto in operazioni di riqualificazione, dove i materiali convenzionali, per i loro alti spessori, non possono essere installati.

Punti di forza
È fornito in lastre, facilmente applicabili o in materassini, anche rivestiti e opacizzati. Sono elementi estremamente tenaci, duraturi, sottili e leggeri. Grazie al suo basso valore di conduttività termica, l’applicazione di aerogel consente prestazioni da 2 a 8 volte superiori a quelle fornite da un isolante tradizionale, con uno spessore notevolmente ridotto rispetto ai prodotti isolanti più comuni.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico