Macchine per costruzioni e movimento terra: la ripresa è cominciata

Macchine per costruzioni e movimento terra: la ripresa è cominciata

Lo aveva anticipato il direttore del CRESME, Lorenzo Bellicini, al quotidiano online per professionisti tecnici Ediltecnico.it (leggi l’intervista), lo confermano oggi gli ultimi dati del mercato: il settore delle macchine per costruzioni e movimento terra è in ripresa ed è uno degli indicatori che fanno ben sperare nella ripartenza del settore edilizio.

Veniamo ai numeri: dopo un intervallo di tempo durato 9 lunghi anni, durante i quali il mercato interno è crollato dell’80%, nel 2014 si è verificata una decisa inversione di tendenza con un incremento dei volumi di vendite di macchine per costruzioni e movimento terra del +11% e un fatturato di oltre 2,5 miliardi di euro.

E il 2015 conferma e fortifica il dato dell’anno scorso, se è vero che il primo trimestre dell’anno ha visto un +19% sulle vendite nazionali.

Un settore pesante: la questione “inerzia”

Il comparto industriale delle macchine da costruzione e movimento terra rappresenta un segmento importante del manifatturiero italiano, con oltre 200 aziende e 6mila addetti, più ulteriori 30mila nell’indotto, coinvolti nella produzione di macchine per movimento terra, macchine stradali, per la preparazione di calcestruzzo e inerti, perforatrici e gru.

I dati positivi sul fatturato registrato nel 2014 e nei primi mesi del 2015 rappresentano uno degli indicatori più interessanti per capire come il periodo negativo sia ormai finito e anche le costruzioni, settore caratterizzato sempre da una forte inerzia, cominci ad avvertire il nuovo clima che incoraggia la ripresa economica e sancisce la fine della crisi che dura dal 2009.

La sinergia SaMo Ter – UNACEA

«È più che mai necessario capitalizzare questi risultati. Per farlo tutto il sistema industriale, economico, associativo e politico deve unire le forze. In questo contesto siamo convinti che fiere come SaMo Ter rappresentino un asset strategico fondamentale per il Paese e le sue imprese» ha sottolineato Ettore Riello, presidente di Veronafiere, commentando il recente accordo di collaborazione siglato da SaMo Ter con UNACEA, l’associazione che riunisce i costruttori di macchine per costruzioni e movimento terra.

La collaborazione si estende fino al 2017, con un’ulteriore opzione al 2020, ed è strategica in vista della 30ª edizione di SaMoTer, in programma a Verona dal 22 al 25 febbraio 2017 e incentrata sulle soluzioni per l’emergenza e tutela ambientale, del territorio e il dissesto idrogeologico

Scritto da

La Redazione del sito Impresedili.it seleziona e pubblica quotidianamente news e recensioni di prodotti, servizi e tecnologie al servizio delle imprese edili e dei professionisti del settore: dai serramentisti ai termoidraulici, dagli elettricisti agli operatori edili

Un commento su “Macchine per costruzioni e movimento terra: la ripresa è cominciata

  1. Pingback: Vendite +40% a giugno 2015 delle macchine edili…Qualcosa è cambiato? | Blog del Padroncino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico